Home . Soldi . Economia . Conte: "Manovra per crescita e stabilità"

Conte: "Manovra per crescita e stabilità"

ECONOMIA
Conte: Manovra per crescita e stabilità

(Fotogramma)

Una manovra nel segno della crescita, che terrà i conti in ordine e rassicurerà i mercati. E' quanto emerge dal vertice dell'esecutivo al lavoro sui contenuti della legge di bilancio. "Nell'incontro di questa mattina abbiamo continuato a lavorare alla manovra economica e ci aggiorneremo anche domani" ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al termine dell'incontro che si è svolto a Palazzo Chigi.

"Stiamo approfondendo tutti i dettagli per varare un piano finanziario che tenga i conti in ordine e che consenta al Paese di perseguire un pieno rilancio sul piano economico-sociale: la nostra sarà una manovra nel segno della crescita nella stabilità" ha sottolineato Conte. "Stiamo lavorando alle riforme strutturali a favore della competitività del sistema-paese - ha aggiunto - che saranno parte qualificante del Piano nazionale Riforme e, quindi, parte integrante della manovra economica".

Al termine del vertice il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, ha spiegato che la manovra economica allo studio del governo "terrà i conti in ordine ma sarà coraggiosa", conterrà "misure espansive" ma "il nostro obiettivo non è sfidare la Ue sui conti". "I parametri li stiamo discutendo adesso", ha detto rispondendo a chi gli chiedeva se il governo nella nuova manovra fisserà il deficit-pil al 2%.

"Stiamo facendo i conti che servono, il nostro obiettivo è realizzare le misure economiche, non sfidare l'Europa sui conti. La nostra linea - ha aggiunto il ministro del Lavoro, rispondendo a una domanda sulle divergenze tra Lega e M5S in termini di impatto delle misure sui conti pubblici - è realizzare dei punti programmatici, quali saranno i parametri economici lo stiamo decidendo e definendo in queste riunioni che ci permettono di fare un gioco di squadra per arrivare a un obiettivo comune".

Questo è il periodo in cui si deve decidere, con la legge di bilancio, come "spendere le tasse dei cittadini e come ridurle" ha proseguito Di Maio. "Il giorno in cui dovremo scegliere tra le agenzie di rating e gli italiani, questo governo per la prima volta sceglierà gli italiani” ha rimarcato ancora, aggiungendo che “servono misure espansive e il rilancio degli investimenti” e assicurando che la manovra “rassicurerà i mercati”.

Di Maio ha anche messo in chiaro che reddito di cittadinanza e flat tax "non sono alternative", quanto a "pensioni d’oro e legge anti-corruzione sono una priorità del Movimento prima della legge di bilancio, quindi miriamo a farle partire in questi giorni nelle commissioni e portarle a casa nel prossimo mese e mezzo, prima dell’inizio della sessione della legge di bilancio". In merito poi ai rapporti con il ministro dell'Economia, "non parlerei di contrapposizione con Tria, stiamo facendo un gioco di squadra" ha assicurato il vicepremier.

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, è intervenuto in mattinata sulla manovra ai microfoni di Radio anch'io su Radio Uno. "Vogliamo rispettare gli impegni presi con gli italiani rimanendo nei vincoli imposti da altri. Ma - ha spiegato il leader della Lega - se per mettere in sicurezza l'Italia dovessimo spendere un miliardo in più lo spenderemo". Riguardo al "reddito di cittadinanza è una battaglia dei 5 stelle. Sarà nella manovra visto che al governo siamo in due".

Poi, a margine di una conferenza stampa al Viminale, il vicepremier ha spiegato che "il modello Aquarius sarà traslato anche a livello economico, rispettando le promesse fatte agli italiani e volendo rimanere al governo per cinque anni''. ''Non moltiplicheremo pani e pesci ma vi posso assicurare che già nella prossima manovra, che sarà rispettosa - ha ribadito - di vincoli e principi anche eterodiretti, ci sarà l'avvio dello smontaggio della legge Fornero, l'avvio della riduzione fiscale, della pace fiscale tra italiani ed Equitalia e della semplificazione burocratica che gli italiani aspettano danni. Stiamo valutando tempi e costi ma l'anno prossimo ci saranno sicuramente alcuni milioni di italiani più soddisfatti''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.