Home . Soldi . Finanza . Piazza Affari colpita e affondata da stress test, Mps cola a picco

Piazza Affari colpita e affondata da stress test, Mps cola a picco

FINANZA
Piazza Affari colpita e affondata da stress test, Mps cola a picco

Il verdetto degli stress test colpisce duro piazza Affari, che dopo una partenza a razzo ha bruscamente invertito la rotta, affondata dai bancari. La reazione di piazza Affari all'esito del comprehensive assessment della Bce, reso noto ieri a mercati chiusi, è chiaro: gli indici della Borsa milanese perdono terreno molto più degli omologhi europei, con scambi intensi. Pesa il settore del credito, con le due banche che hanno evidenziato carenze patrimoniali, Mps e Carige, vendute a piene mani.

I tentativi di relativizzare, contestualizzare e spiegare possono poco, quando l'FT apre con "Italy comes under pressure after nine banks fail ECB stress tests" ("Italia sotto pressione dopo che nove banche hanno fallito gli stress test della Bce"). Davanti a notizie negative, sul mercato scattano le vendite, tanto più che, come avvertono gli analisti di Ig, per Mps e Carige bisognerà fare attenzione "anche al giudizio delle agenzie di rating, che potrebbero intervenire nel brevissimo termine con dei downgrade". A metà mattinata sono scattate anche sospensioni al ribasso a raffica di bancari sul paniere principale, cosa che ha fatto temere che l'effetto contagio colpisse anche le banche uscite a testa alta dall'esame della Bce, come Unicredit e Intesa Sp.

Poi la situazione è parzialmente rientrata, ma Mps e Carige perdono a doppia cifra, entrando e uscendo dagli scambi. Anche la Consob è intervenuta, vietando le vendite allo scoperto su Banca Mps fino al termine della giornata di domani. A Milano Ftse Mib 119.002 punti (-2,53%) e All Share 20.086 punti (-2,48%), sopra i minimi intraday. Scambi per 2,12 mld di euro di controvalore, da 2,98 mld nell'intera seduta di venerdì. Su 298 titoli in negoziazione, 75 sono in rialzo, 206 in calo e 17 invariati. Tranquillo, invece, il fronte dei titoli di Stato, con lo spread Btp-Bund, a 163 punti, poco variato da 164 alla chiusura di venerdì scorso.

In calo anche le altre Borse europee, in particolare Madrid, con l'Ibex a 10.141 punti (-1,92%); a Lisbona Psi 20 a 5.107,06 (-1,27%); a Francoforte Dax 8.864 punti (-1,37%); a Parigi Cac 4.069,71 punti (-1,43%); a Bruxelles Bel 20 a 3.048 punti (-0,96%); a Londra Ftse 6.349 punti (-0,62%); a Zurigo Smi 8.517 punti (-0,17%); ad Amsterdam Aex 393,25 (-0,72%).

A Wall Street in avvio, oggi anticipato per via dei differenti regimi dell'ora legale in Europa e Usa, il Dow cede lo 0,32% e il Nasdaq lo 0,34%. Sul mercato valutario l'euro viene scambiato a 1,267 dollari. L'oro al London Bullion Market vale a 1.230,5 dollari al fixing antimeridiano, da 1.232,75 dollari ieri pomeriggio. In piazza Affari forti vendite sui bancari (Ftse Italia All Share Banks -5,16%), media (-4,51%), finanziari (-4,20%) e costruzioni (-4%). Nessun settore è in nero.

Sul Ftse Mib pesante Mps, che è tornata in asta di volatilità dopo brevi fasi di negoziazione, durante le quali è arrivata a perdere più del 20%. Il ribasso teorico è del 20,9%. Il minimo intraday è di 0,7920 euro. Malgrado la lunga sospensione, sono già passati di mano 169 mln di pezzi, su una media di seduta di 100 mln negli ultimi trenta giorni. Fuori dal paniere principale anche Carige è tornata in asta di volatilità, con un calo teorico del 14,93%.

Sospese anche Bpm (-7,15% teorico), Ubi Banca (-5,63% teorico), Intesa Sp (-4,24%) e Unicredit (-4,16%), dopo essere rimaste a lungo in negoziazione. Flessioni pure per Bper (-4,23%), Mediobanca (-3,93%), che domani diffonderà i conti dell'esercizio 2013-14, e Banco Popolare (-2,52%). Fuori dal settore bancario, in rosso Mediaset (-5,24%), che continua a ritracciare dopo il recupero dai minimi avviato la settimana scorsa.

In lettera Azimut (-4,25%), anch'essa finita brevemente in asta di volatilità nel corso della mattinata. In rialzo sul Ftse Mib solo A2A (+1,25%), spinta dai giudizi positivi degli analisti di Citigroup. Sull'All Share comprata Vianini Industria (+4,65%); in calo Ambienthesis (-9,57%), terza dopo Mps e Carige, maglie nere dell'intero listino.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.