Home . Soldi . Finanza . Telecom Italia parla francese: Niel all'11,2%. Titolo corre in Borsa, faro Consob

Telecom Italia parla francese: Niel all'11,2%. Titolo corre in Borsa, faro Consob

FINANZA
Telecom Italia parla francese: Niel all'11,2%. Titolo corre in Borsa, faro Consob

Telecom Italia parla sempre più francese. L'imprenditore Xavier Niel è entrato nel capitale del gruppo di tlc con una quota pari all'11,2% del capitale. Più precisamente la partecipazione di Niel, fondatore di Iliad e co-proprietario di Le Monde, è composta al momento da derivati in particolare per una quota pari al 6,1% del capitale con diritto di voto con contratti stipulati di opzione 'call' (con date precise a partire dal 21 giugno 2016). Niel detiene altre posizioni lunghe pari al 5,109% del capitale con diritto di voto.

Sull'acquisizione la Consob ha acceso un faro. "Il tema è all'attenzione degli uffici", spiega infatti un portavoce dell'Autorità italiana per la vigilanza dei mercati finanziari. Nessun commento giunge da Vivendi come spiega il portavoce della media company guidata da Vincent Bollorè che di recente è salita al 20% del gruppo italiano. Da quanto trapela da Parigi, non ci sarebbero mai stati approcci tra i due uomini d'affari, Bollorè e Niel. Indiscrezioni che frenano l'ipotesi di un asset francese per il controllo di Telecom Italia. La notizia odierna, comunque, sembra aver sorpreso oltre che Bollorè la società quotata a Piazza Affari.

"Non so dire se le due cordate siano una realtà unica o siano avversari tra loro" dice l'ad di Telecom Italia Marco Patuano, a margine di un convegno a Milano. "Personalmente - dice - non credo, al di là del motivo più banale che si supererebbe il 30% e questo avrebbe ovviamente delle ripercussioni di tipo giuridico. Però onestamente non vedo una liaison tra le due posizioni".

A Piazza Affari il titolo Telecom Italia registra la miglior performance e chiude con un progresso dell'8,70% a 1,262 euro, dopo aver toccato un massimo infraday di 1,294 euro; sono circa 324 milioni i pezzi passati di mano. Un ingresso, quello dell'imprenditore Xavier Niel, che se per il momento non tocca gli equilibri del cda, sembra destinato a ridisegnare l'assetto azionario.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI