Home . Soldi . Finanza . Borsa Milano chiude invariata, ma ottobre è mese record per mercati

Borsa Milano chiude invariata, ma ottobre è mese record per mercati

Telecom frena il suo rally

FINANZA
Borsa Milano chiude invariata, ma ottobre è mese record per mercati

Borsa Milano piatta con Wall Street in verde: un trader al Nyse (Infophoto)

La Borsa di Milano chiude invariata e le Borse europee miste, ma ottobre, nel complesso, dopo i forti ribassi di agosto e settembre, è stato un mese da record per i mercati. Solo il Ftse Mib ha guadagnato complessivamente il 5,6%, l'Eurostoxx 600 l'8,8%, mentre l'indice americano S&P500 ha accumulato un progresso del 9%, "il più ampio degli ultimi quattro anni", riporta Websim.

A New York, i listini proseguono con una seduta interlocutoria: il Dow Jones segna +0,13% a 17.778 punti; il Nasdaq registra un progresso dello 0,12% a 5.080 punti. C'erano attese, oggi, per le decisioni della BoJ in termini di politica monetaria ma la banca centrale giapponese ha optato per un atteggiamento attendista, abbassando le stime su crescita e prezzi nel suo outlook. Se in Italia migliorano i dati sull'inflazione (+0,3% a ottobre), nell'Eurozona la crescita dei prezzi resta stagnante. A Milano l'indice guida Ftse Mib chiude a 22.442 punti, in perfetta parità, mentre l'indice generale All Share a 24.119 (+0,05%).

In questo scenario, le piazze finanziarie sono miste: Madrid è negativa (-0,35%), così Amsterdam (-0,19%) e Londra (-0,54%). Sono positive a fine seduta, invece, Parigi (+0,24%), Francoforte (+0,46%) e Bruxelles (+0,37%). Sui mercati, "il sentiment rimane solido e il rally di fine anno potrebbe essere pronto per partire", sottolinea Vincenzo Longo di Ig. "Prima, però, potrebbe essere necessaria una correzione dopo i recenti rialzi. L’occasione potrebbe presentarsi già lunedì, quando dalla Cina arriveranno i dati sui Pmi di ottobre".

A Milano, intanto, si è sgonfiata Telecom Italia dopo il rally dell’ultima settimana (+26%). Il titolo oggi ha chiuso in rialzo dello 0,55% a 1,269 euro mentre proseguono le speculazioni su un possibile 'concerto' tra l'imprenditore francese Xavier Niel e la compagnia Vivendi, ora i maggiori azionisti del principale gruppo tlc italiano.

Maglia rosa del Ftse Mib è UnipolSai, che segna +2,52% a 2,19 euro. Sono ben comprate anche Salvatore Ferragamo (+1,9%), Exor (+1,87%) e Fca (+1,21%). Buona seduta per Poste Italiane (+1,4%). Sul fronte opposto, maglia nera risulta Finmeccanica (-2,38%).

Sono negativi i titoli petroliferi: Eni perde l'1,13%, Tenaris lo 0,95% a 11,4 euro. Banche contrastate: Bper cede lo 0,88%; Mps segna -0,30%, Unicredit -0,25% e Mediobanca è invariata. In rialzo Banco Popolare (+1,49%). Sull'All Share comprata Mondo Tv (+13,3%), maglia rosa della Borsa di Milano.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI