Home . Soldi . Finanza . Saipem e banche spingono Piazza Affari: +1,21% in chiusura

Saipem e banche spingono Piazza Affari: +1,21% in chiusura

FINANZA
Saipem e banche spingono Piazza Affari: +1,21% in chiusura

Saipem e banche spingono Piazza Affari, +1,21% in chiusura

(Fotogramma)

Accelerano sul finale e chiudono miste le piazze finanziarie europee in scia a Wall Street che, dopo un avvio in calo, vira al rialzo. La decisione della banca del Giappone (BoJ) di mantenere inalterati i tassi di interesse inizialmente scoraggia le piazze finanziarie del Vecchio Continente che si muovono in territorio negativo per quasi tutta la seduta per poi migliorare sul finale.

La medesima decisione della Fed (di mantenere inalterati i tassi) era attesa e dunque non incide particolarmente sull'andamento dei listini. Intanto dagli Usa arriva la notizia del rallentamento dell'economia con Pil trimestrale allo 0,5% sotto le attese, mentre è meglio del consensus il dato sulle richieste di sussidi (+9000 a quota 257mila)

E' Milano la migliore, con il Ftse Mib che, dopo avere superato la soglia dei 19mila punti, chiude a 18.976 (+1,21%) trainato dagli acquisti sul comparto bancario e su Saipem. L'All Share termina a quota 20.616 punti (+1,09%).

Nel resto dell'Europa si evidenzia un andamento a doppia velocità, anche se a fine giornata si assiste a una accelerazione generalizzata: Parigi -0,05; Bruxelles -0,08%; Madrid -0,79%; Francoforte +0,21%; Londra +0,04%.

A Piazza Affari vola Saipem sui conti e su report positivi: a fine giornata il rialzo e del 12,2% a 0,43 euro. Soldi sulle banche in particolare sulle popolari: Banco popolare +4,32%, Bper +5,12%, Bpm +3,79%, Mps +2,48%, Unicredit +4,21%. Moncler è la peggiore (-1,4%). In calo Luxottica (-0,53%) alla vigilia del cda e dell'assemblea di domani.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI