Home . Soldi . Finanza . Borse europee deboli. Continua la corsa del petrolio

Borse europee deboli. Continua la corsa del petrolio

FINANZA
Borse europee deboli. Continua la corsa del petrolio

AFP PHOTO / Thomas SAMSON

Nuova seduta positiva a Piazza Affari, che si aggiudica la maglia rosa fra le borse europee, trainata dalla performance dei titoli del comparto petrolifero e bancario. Dopo una mattinata incerta, nella seconda parte della giornata l'indice Ftse Mib ha accelerato, per chiudere in rialzo dello 0,99% a 17.098 punti, mentre lo spread Btp-Bund è sceso a 168 punti. Deboli le consorelle europee, con Londra in calo dello 0,45%, Francoforte dell'1% e Parigi dello 0,39%. Continua la corsa del prezzo del greggio dopo l'accordo fra i Paesi Opec per un taglio alla produzione di petrolio: il Wti sale del 4,5% a 51,6 dollari.

In spolvero sulla piazza milanese i titoli del comparto petrolifero, con Eni che guadagna il 3,5%, Tenaris il 4,1% e Saipem il 3%. In ordine sparso i bancari: Bper balza dell'8% e sono toniche le banche popolari, con Ubi Banca (+3,8%), Bpm (+3,3%) e Banco Popolare (+3). Ben comprate Unicredit (+2,9%) e Intesa Sp (+2,1%), mentre le vendite colpiscono Mps (-3,6%), maglia nera del listino.

Generali, fra gli assicurativi, sale del 3,5% e Unipol dell'1%. Fca sale dello 0,6%, mentre le vendite si accaniscono sulle utility, con Snam (-3,5%) e Terna, A2A e Italgas, che cedono oltre un punto. Recordati arretra del 3,4% e Stm del 2,4%.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI