Home . Soldi . Finanza . Piazza Affari chiude positiva (+0,42%) con petroliferi e Mps, male Unicredit

Piazza Affari chiude positiva (+0,42%) con petroliferi e Mps, male Unicredit

FINANZA
Piazza Affari chiude positiva (+0,42%) con petroliferi e Mps, male Unicredit

Piazza Affari

Piazza Affari chiude in territorio positivo una seduta incolore per le borse europee. A ravvivare gli scambi è stato nuovamente il prezzo del greggio dopo l'accordo fra i Paesi Opec e non per fissare un tetto alla produzione, con il barile di Wti salito di 3 punti percentuali a 53,1 dollari. Al termine della seduta Londra cede lo 0,92%, Francoforte lo 0,12% e Parigi lo 0,07%. Nel giorno del giuramento di Paolo Gentiloni alla guida di un nuovo esecutivo e con lo spread Btp-Bund che scivola di oltre 6 punti a quota 160 punti , Milano sale dello 0,42% a 18.370 punti.

Maglia rosa del Ftse Mib è Eni, che guadagna il 3,7%, dopo l'accordo per la cessione per 1,1 miliardi di dollari a Rosneft di una quota del 30% della concessione in Egitto in cui si trova il giacimento di gas di Zohr. Bene anche Saipem (+2,9%) e Tenaris (+2,7%). Ben comprata Mps (+3,6%), mentre si cerca una soluzione alla ricapitalizzazione della banca fra ricorso al mercato e intervento pubblico. Unicredit, nel giorno dell'accordo con Amundi per la cessione di Pioneer, cede il 3%. In ordine sparso gli altri titoli del settore, con Intesa Sp in calo dello 0,6%.

Positive, fra le utility, Enel (+1,1%) e Terna (+1%), mentre scivola Italgas (-2,6%). Fca guadagna un punto percentuale e Poste Italiane lo 0,7%. Flessioni oltre il punto percentuale per Stm, Mediaset, Brembo, Ferragamo, Recordati e Buzzi Unicem.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI