Home . Soldi . Finanza . Borsa Milano ed europee sottotono, giù Tim (-0,3%)

Borsa Milano ed europee sottotono, giù Tim (-0,3%)

Chiusura in calo per listini Ue in attesa discorso Janet Yellen (Fed) di domani

FINANZA
Borsa Milano ed europee sottotono, giù Tim (-0,3%)

Borse nervose e in leggero ribasso, tra i listini d'Europa e degli Stati Uniti, in attesa del discorso che sarà pronunciato domani del governatore della Fed, Janet Yellen, solitamente foriero di indicazioni sulle prospettive dei tassi di interesse.

Wall Street si muove piatta: il Dow Jones segna -0,02% a 21.398 punti, il Nasdaq -0,05% a 6.172 punti. In Europa, una brusca frenata a fine seduta coinvolge tutti i listini: Parigi chiude in calo dello 0,48%, Francoforte dello 0,07%; male anche per Londra (-0,55%) e Madrid (-0,57%).

In questo scenario, anche Milano non è da meno, e chiude in ribasso dello 0,37% a 21.111 punti, vicina ai minimi di seduta. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi chiude in leggero rialzo a 177 punti. Sul paniere del Ftse Mib, le migliori della giornata sono Exor (+1,9%), Bper (+1,8%) e Fca (+1,78%). Le vendite si sono concentrate, diversamente, su Brembo (-1,97%), Unicredit (-1,8%) e Finecobanck (-1,6%).

In un comparto bancario contrastato, spicca il rally di Creval (+9,8%) e di Banca Carige (+2,8%), positiva dopo le delibere del cda, che ha deciso per la fusione nel gruppo di banca Cesare Ponti e ha cooptato in consiglio Luisa Marina Pasotti.

Telecom chiude in ribasso (-0,32%) dopo un andamento altalenante e il rimbalzo in mattinata con le parole del suo ad Flavio Cattaneo, che, a fronte delle indiscrezioni che lo vorrebbero in uscita, ha detto di avere intenzione di "rispettare il suo contratto" fino alla scadenza del 2020.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI