Home . Soldi . Finanza . Eni torna all'utile. Descalzi: "Confermiamo obiettivi"

Eni torna all'utile. Descalzi: "Confermiamo obiettivi"

FINANZA
Eni torna all'utile. Descalzi: Confermiamo obiettivi

(Fotogramma)

Eni torna all'utile nel primo semestre 2017: l'utile netto è di 983 mln contro una perdita di 829 milioni nel primo semestre 2016. L'utile netto adjusted ammonta a 0,46 miliardi nel secondo trimestre ed è di 1,21 miliardi nel semestre rispetto alle perdite nette dello stesso periodo nel 2016.

Il gruppo petrolifero mostra una forte generazione di cassa operativa: sono 2,71 miliardi nel secondo trimestre (+56%) e 4,64 miliardi nel semestre (+50%).

Eni è in grado di confermare "gli obiettivi di copertura organica di investimenti e dividendo". Su queste basi "confermerò la proposta al cda del 14 settembre di un acconto dividendo pari a 0,40 euro per azione" afferma l'ad di Eni, Claudio Descalzi, nella nota sui conti.

"Nel primo semestre dell’anno - spiega - abbiamo ottenuto risultati eccellenti che confermano la bontà della nostra strategia. Abbiamo avviato in tempi record la produzione di tre grandi progetti offshore in Ghana, Angola e Indonesia, dimostrando la nostra eccellenza anche nella fase di sviluppo, oltre che in quella esplorativa che ci ha garantito nel primo semestre 500 milioni di barili di nuove risorse".

Nel dettaglio, riporta Descalzi, "nei primi sei mesi dell’anno, abbiamo così ottenuto circa 200 mila boe/giorno di nuova produzione, raggiungendo un tasso di crescita superiore al 6% e proseguendo nel trend intrapreso già nei mesi precedenti. A questo si andrà ad aggiungere l’avvio della produzione del campo di Zohr, che avverrà entro la fine dell’anno. Questi risultati sono stati realizzati mantenendo una struttura di spesa estremamente efficiente, grazie alla quale ridurremo i capex di circa il 18% rispetto al 2016 come da piano".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI