Home . Soldi . Finanza . Borse europee chiudono in calo, a Milano giù Ferrari e Ferragamo

Borse europee chiudono in calo, a Milano giù Ferrari e Ferragamo

FINANZA
Borse europee chiudono in calo, a Milano giù Ferrari e Ferragamo

Chiudono in calo le principali piazze finanziarie europee in una giornata importante soprattutto per i dato macroeconomici provenienti dagli Usa. Innanzitutto la crescita dell’occupazione nel settore privato che, secondo la rilevazione Adp, è aumentata di 178mila unità, ma sotto le attese degli analisti che si attendevano un incremento di 185mila. In calo le scorte di petrolio di 1,527 milioni di barili, anche in questo caso deludendo le stime che indicavano una flessione di 2,957 milioni di barili.

In questo scenario Francoforte cede a fine giornata lo 0,57%, Parigi segna -0,39%, Londra -0,16%. A Milano il Ftse Mib perde lo 0,18% e termina la seduta a 21.573 punti, mentre l’All Share cede lo 0,17% a 23.821. In calo anche Bruxelles (-0,56%), Lisbona (-0,54%), Amsterdam (-0,41%), Madrid (-0,69%).

Tra le blue chips, pesante Ferrari che cede il 3,45%, nonostante abbia diffuso una semestrale che indica una crescita dell'utile netto adjusted del 43% a 260 milioni di euro (+30% nel trimestre). Vendite anche su Salvatore Ferragamo che lascia sul parterre il 3% e Buzzi Unicem (-2,35%). Soldi su Generali che guadagna il 2,79%. Nel semestre l'utile netto è stato di 1,2 miliardi di euro, in aumento del 3,7% su base annua. In rialzo Mediobanca che guadagna lo 0,97% a 8,8 euro. Secondo indiscrezioni di stampa, Piazzetta Cuccia dovrebbe più che dimezzare la propria quota in Generali. Unicredit cede l'1,13%.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI