Home . Soldi . Finanza . Le tensioni in Asia affossano le borse europee, Milano -1,46%

Le tensioni in Asia affossano le borse europee, Milano -1,46%

FINANZA
Le tensioni in Asia affossano le borse europee, Milano -1,46%

AFP PHOTO / DANIEL LEAL-OLIVAS

Seduta in forte ribasso per le borse europee sulla scia dell'ultima provocazione della Corea del Nord. Pyongyang ha lanciato un missile che ha sorvolato il Giappone, finendo poi in mare. I mercati finanziari hanno reagito vendendo le azioni e gli asset più rischiosi, a beneficio dei beni più sicuri. L'oro ha toccato i 1.321 dollari l'oncia e il dollaro è scivolato nei confronti dell'euro, con il tasso di cambio che ha superato quota 1,20, ai massimi da gennaio 2015. Fiammata anche per lo spread Btp-Bund decennali fino alla soglia dei 180 punti, che si è raffreddato poi sotto i 173 punti. A fine seduta Londra cede lo 0,87%, Francoforte l'1,46% e Parigi lo 0,94%. A Milano il Ftse Mib perde l'1,46% a 21.408 punti.

Sul listino principale di Piazza Affari forti vendite su tutti i settori, con cali oltre i tre punti percentuali per Banco Bpm (-3,80%), Saipem (-3,66%) e Mediaset (-3,62%). A pesare sul titolo del gruppo di Cologno Monzese sono le preoccupazioni sull'andamento del mercato della pubblicità televisiva in Europa, dopo il profit warning lanciato da Wpp e i conti trimestrali di oggi della tedesca ProSieben.

Netti ribassi anche per Tim (-2,70%), Unicredit (-2,65%), Bper (-2,60%) e Unipol (-2,44%). Cali oltre il punto percentuale per Fca, Leonardo, Moncler, Tenaris, generali e Prysmian. Limitano i danni Eni (-0,15%), Snam (-0,40%) e le altre utility.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI