Home . Soldi . Finanza . Borse deboli, a Milano strappa Fiera Milano

Borse deboli, a Milano strappa Fiera Milano

FINANZA
Borse deboli, a Milano strappa Fiera Milano

Le Borse europee chiudono deboli una giornata con pochi scambi e senza direzione dopo la buona performance della vigilia. La Borsa di Milano è tra le poche in rosso e archivia gli scambi a 22.587 punti (-0,15%). Anche Madrid è negativa e cede lo 0,4% a 10.328 punti. In lieve rialzo Londra (+0,13%), Francoforte (+0,37%) e Parigi (+0,2%).

La Banca di Spagna, in particolare, oggi ha dichiarato che il crescendo di tensioni politiche scaturito dal referendum sull'autonomia della Catalogna potrebbero minare l'attività economica del Paese.

Sul fronte americano, invece, tiene banco la riforma fiscale annunciata ieri dal presidente Trump, che prevede meno tasse per le aziende. Gli indici di Wall Street sono misti e poco deciso nelle prime ore di scambi: il Dow Jones segna +0,22%, il Nasdaq -0,16%.

A Piazza Affari, strappo di Fiera Milano dopo che il tribunale di Milano ha revocato l'amministrazione giudiziaria disposta un anno fa nei confronti della società e dichiarato chiusa la procedura di prevenzione. Il titolo è balzato a 2,48 euro (+16,8%).

Sull'All Share, giù Fincantieri che, dopo l'accordo win-win su Stx tra Francia e Italia, perde il 5,2% a 1,04 euro. Sul Ftse Mib le vendite si concentrano sui titoli energetici come A2a (-1,6%), Enel (-1,3%) e Terna (-1%).

Sono in rialzo Autogrill (+2,2%), Carige (+1,04%), Bper (+1,65%), e il lusso, con in testa al paniere Yoox Nap (+1,8%) e Moncler (+1,12%).

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI