Home . Soldi . Finanza . Campari vende Lemonsoda per 80 milioni

Campari vende Lemonsoda per 80 milioni

FINANZA
Campari vende Lemonsoda per 80 milioni

Il gruppo Campari ha venduto Lemonsoda per 80 milioni a Royal Unibrew, una società produttrice di bevande con sede in Danimarca. Il business ceduto comprende le bevande gassate analcoliche a base di frutta Lemonsoda, Oransoda, Pelmosoda e Mojito Soda, raggruppate sotto il marchio Freedea, e i marchi Crodo (a esclusione di Crodino).

Oltre ai marchi, il perimetro della vendita include il sito produttivo e di imbottigliamento situato a Crodo, nel Verbano, la sorgente d’acqua e il magazzino. Al 31 dicembre 2016, il perimetro di marchi ceduti ha registrato vendite nette pari a 32,8 milioni e un margine di contribuzione (margine lordo dopo le spese per pubblicità e promozioni) pari a 6,3 milioni. Le vendite totali dei brand ceduti rappresentano circa il 2% delle vendite totali di Campari nell’anno 2016.

L’Italia costituisce il mercato principale per i brand, con un peso pari all’84,3% delle vendite nell’anno 2016. Il controvalore totale dell’operazione corrisponde a un multiplo di circa 13 volte il margine di contribuzione relativo ai brand ceduti. Nell’ambito della transazione, e con efficacia a partire dalla data del closing, Gruppo Campari e Royal Unibrew hanno stipulato un accordo di produzione pluriennale, in base al quale Royal Unibrew continuerà a produrre alcuni prodotti di proprietà di Gruppo Campari, attualmente imbottigliati nello stabilimento di Crodo.

"La vendita del business Lemonsoda e Crodo" dice Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer del gruppo Campari, "rappresenta un ulteriore passo della nostra strategia di razionalizzazione delle attività non strategiche". In particolare, "usciamo dal settore delle bevande analcoliche, mantenendo il nostro marchio principale Crodino, al fine di focalizzarci ulteriormente sul segmento degli aperitivi in Italia". E' "un'azienda impegnata a sviluppare brand nel segmento delle bevande analcoliche e acque minerali, dunque un fit perfetto per la gamma Lemonsoda", spiega ancora Kunze-Concewitz. "Siamo soddisfatti di poter trasferire il sito produttivo di Crodo a un Gruppo intenzionato a investire nel segmento delle bevande analcoliche con ambiziosi piani di crescita per il sito produttivo".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI