Home . Soldi . Finanza . Eni, Descalzi: "In Libia produzione stazionaria"

Eni, Descalzi: "In Libia produzione stazionaria"

FINANZA
Eni, Descalzi: In Libia produzione stazionaria

"La nostra produzione è stazionaria in Libia sopra i 300 mila barili. La nostra produzione da un po' di tempo è ad un buon livello". Così l'ad di Eni, Claudio Descalzi, risponde ai giornalisti a margine di Rome Med 2017.

"Il settore dell'energia ha un ruolo chiave per lo sviluppo dell'area del Mediterraneo se continua ad investire e se questi investimenti hanno una effettiva ricaduta sui paesi dell'area", aggiunge. Come Eni, spiega, "nonostante i prezzi bassi, le incertezze e la volatilità abbiamo continuato ad investire nell'area. Un'area in cui produciamo il 45% del nostro petrolio e del nostro gas, dove ci sono il 37% delle nostre riserve e dove investiamo oltre il 45% dei nostri investimenti". Dal 2014 ad oggi, rileva Descalzi, "nonostante le incertezze, la volatilità e il crollo del prezzo del petrolio abbiamo investito in Africa e nel Nord Africa oltre 8 miliardi per sviluppare l'energia nei paesi che ci ospitano. In Egitto, Tunisia e Algeria il 100% della produzione è andata al mercato domestico. In Libia tutto il gas prodotto è stato per il mercato locale".

Infatti, spiega l'ad di Eni, "abbiamo fatto una scelta chiara puntando sul mercato locale piuttosto che esportare" la nostra produzione. Con il maxi giacimento di Zohr in Egitto "metteremo in produzione 850 miliardi di metri cubi di gas garantendo all'Egitto una duratura indipendenza energetica per 30-40 anni e potranno esportare all'estero".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI