Home . Soldi . Finanza . Le borse europee chiudono in rosso, a Milano pesano le utility

Le borse europee chiudono in rosso, a Milano pesano le utility

FINANZA
Le borse europee chiudono in rosso, a Milano pesano le utility

Piazza Affari

Seduta in ribasso per le borse europee, che tirano il fiato dopo i buoni rialzi di ieri e in scia a Wall Street, in pausa dopo aver battuto l'ennesimo record. Gli investitori intanto aspettano l'approvazione definitiva della riforma fiscale negli Stati Uniti, l'elemento che sta facendo muovere i mercati nelle ultime sedute. Al termine delle contrattazioni Londra sale dello 0,09%, mentre Francoforte cede lo 0,72% e Parigi lo 0,69%. A Milano il Ftse Mib segna una flessione dello 0,52% a 22.274 punti. Fra le commodity il petrolio Wti sale a 57,4 dollari al barile, mentre sui mercati valutari l'euro/dollaro tocca quota 1,182.

A pesare sull'andamento del listino principale di Piazza Affari sono le utility. Enel cede il 2,66%, Terna l'1,95%, A2A l'1,52% e Italgas l'1,34%. Maglia nera del Ftse Mib è però Ynap, in calo del 5,63%. Ribassi oltre il punto percentuale per Unipol, Buzzi Unicem, Ferrari, Tenaris e Brembo.

Nel settore petrolifero Eni cede lo 0,57%, mentre Saipem balza del 3,62%. Toniche nel comparto bancario Bper (+3,32%) e Banco Bpm (+2,72%) e chiudono in positivo anche Unicredit e Ubi Banca. Mediaset sale dello 0,87% nel giorno del rinvio al prossimo 27 febbraio della causa civile del gruppo televisivo e Fininvest contro Vivendi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.