Home . Soldi . Finanza . Mediobanca batte le stime: utile a 476 milioni, ricavi +9%

Mediobanca batte le stime: utile a 476 milioni, ricavi +9%

FINANZA
Mediobanca batte le stime: utile a 476 milioni, ricavi +9%

Utili e ricavi sopra le stime degli analisti per Mediobanca nel primo semestre dell'esercizio 2017/2018. Il risultato netto accelera a 476 milioni dai 418 dello scorso anno (+14%) e così il risultato operativo, che sale del 23% a 523 milioni. Il consensus era di 435 milioni. I ricavi salgono del 9% a 1.170 milioni, con tutte le componenti in crescita. In particolare, il margine di interesse aumenta del 6% a 672 milioni. L'utile contabilizza 94 milioni di plusvalenze nette realizzate prevalentemente sulla cessione del residuo pacchetto Atlantia (1,35%) e 10 milioni di contributi ai fondi sistemici legati alla ricapitalizzazione delle Casse di Cesena, Rimini e San Miniato.

Le commissioni crescono del 23% a 291 milioni per il maggior apporto del wealth management. Gli indici patrimoniali di Mediobanca "si confermano elevati, pur essendo in calo rispetto al 30 giugno scorso per la prevista maggior deduzione della partecipazione Assicurazioni Generali per rispettare il limite di concentrazione fissato al 20% (dal 25%) a partire dal 31 dicembre scorso (circa 40bps di minore Cet1)" e il Common equity tier 1 ratio risulta al 12,9%.

Il pay out ratio, cioè la quota di utili da destinare ai dividendi, sale dal 40% al 40-50% e può indicare un aumento delle cedole per l'esercizio. Da segnalare, la flessione del contributo di Generali e delle altre partecipazioni, che flette da 136,2 a 121,2 milioni per "il ridotto contributo del secondo semestre di Generali (31,4 milioni) che sconta le rettifiche effettuate dalla compagnia a fine settembre (minusvalenze da cessioni)".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.