Home . Soldi . Finanza . Borse europee chiudono deboli, attesa per banche centrali

Borse europee chiudono deboli, attesa per banche centrali

FINANZA
Borse europee chiudono deboli, attesa per banche centrali

C hiusura debole per le piazze finanziarie europee che attendono indicazioni dalle banche centrali che saranno protagoniste della settimana. Si riuniranno infatti la Boj il 31 luglio, la Federal Reserve il primo agosto e la Bank of England il 2 agosto. Ma la settimana è anche fitta di semestrali. Rilasceranno i numeri, tra le altre, Enel, Ferrari, Generali e Intesa Sanpaolo, Mediobanca e Poste Italiane, Banco Bpm e Ubi.

Tra le Borse del Vecchio Continente, Francoforte cede lo 0,48%, Parigi segna -0,37%, Londra termina invariata. A Milano il Ftse Mib segna -0,06% a 21.941 punti, mentre l'All Share perde lo 0,03% a 24.205. A pesare sui listini anche l'andamento del prezzo del petrolio con il Wti in consegna a settembre che è stato scambiato al Nymex a 70,1 dollari al barile. Hanno così preso quota i titoli del comparto petrolifero: Saipem +1,61%, Eni +0,53%, Tenaris +0,39%. In rialzo Fca che avanza dell'1,44%. In territorio positivo anche Intesa Sanpaolo (+0,82%) e Generali (+0,78%) che diffonderanno mercoledì i dati.

In verde Pirelli. Oggi la società ha annunciato che il presidente Ren Jianxin si è dimesso da tutte le cariche e che Ning Gaoning è stato indicato quale nuovo presidente. In rosso Stm che cede il 2,74%, Moncler -2,55%, Atlantia -1,66%, Ferrari -1,55%

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.