Home . Soldi . . Confprofessioni: intesa per pos a costo zero

Confprofessioni: intesa per pos a costo zero

Con la Banca Popolare di Vicenza

Confprofessioni: intesa per pos a costo zero

Banca Popolare di Vicenza, Confprofessioni, Fidiprof Nord e Fidiprof Centrosud hanno siglato un accordo con il quale la banca mette a disposizione un’offerta dedicata di prodotti e servizi bancari e, in particolare, offre la possibilità ad oltre 1 milione e mezzo di liberi professionisti e di studi professionali aderenti al sistema di Confprofessioni di dotarsi del dispositivo pos a costo zero e facilita l’accesso al credito per gli aderenti ai due Confidi. Il dispositivo pos sarà a canone zero, senza spese di installazione del terminale ed esente da commissioni sulle transazioni Pagobancomat per 24 mesi.

L’offerta dedicata di prodotti e servizi bancari include la gamma di conti correnti SemprePiù Impresa Large a condizioni riservate esclusivamente agli associati del sistema Confprofessioni e comprende anche l’adesione ai programmi che offrono prodotti volti a soddisfare i bisogni specifici delle attività di lavoro autonomo. La banca mette, inoltre, a disposizione dei professionisti servizi accessori, come il servizio di home banking @time impresa light a canone zero, e soluzioni particolarmente innovative che riguardano la gestione di tesoreria.

Grazie, inoltre, a una convenzione siglata tra Banca Popolare di Vicenza, Fidiprof Nord e Fidiprof Centro Italia, i due Confidi rilasceranno garanzie sulle richieste di finanziamento che i liberi professionisti rivolgeranno a Banca Popolare di Vicenza, facilitando in questo modo l’accesso al credito. L’Istituto offre agli aderenti dei Confidi diverse tipologie di linee di credito per l’anticipazione di crediti commerciali vantati nei confronti degli enti pubblici e di altre imprese e finanziamenti a condizioni agevolate per fronteggiare esigenze finanziarie di vario genere.

"L'accordo siglato è la migliore dimostrazione -dichiara il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella- di come si possa trasformare uno svantaggio in una grande opportunità. Siamo perfettamente consapevoli del disagio, assolutamente condivisibile, di moltissimi professionisti obbligati a dotarsi di un pos per l'incasso di pagamenti, ma crediamo che il nostro compito sia anche quello di facilitare l'attività degli studi professionali sul mercato. Grazie alla sensibilità mostrata dalla Banca Popolare di Vicenza verso il mondo delle professioni - sottolinea - siamo così riusciti a neutralizzare l'impatto di una legge assai controversa e onerosa, offrendo ai professionisti una convenzione a condizioni estremamente vantaggiose che non ha confronti nell'attuale panorama bancario nazionale".

"Dall’inizio della crisi economica - dichiara Samuele Sorato, direttore generale di Banca Popolare di Vicenza - la nostra Banca ha siglato 570 accordi con associazioni di categoria, consorzi di garanzia fidi ed enti pubblici per favorire l’accesso al credito delle imprese. Tra tutte le intese siglate questa con Confprofessioni è una delle più rivelanti, poiché il tema dei prodotti e dei servizi bancari per il mondo delle professioni necessita sicuramente di un approccio innovativo e conveniente che supporti i milioni di professionisti che devono affrontare nuove regolamentazioni e costi di utilizzo. Riteniamo che nell’accordo ci siano tutte le agevolazioni e le semplificazioni necessarie per consentire agli aderenti a Confprofessioni di utilizzare degli strumenti di pagamento basati su criteri di semplicità ed economicità".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI