Home . Soldi . . Start up europee scelgono Asia e Usa per 'fare il grande salto'

Start up europee scelgono Asia e Usa per 'fare il grande salto'

L'esperienza di Ticketbis Atooma e Whithings

Start up europee scelgono Asia e Usa per 'fare il grande salto'

Le start up europee scelgono l’Asia e gli Usa come nuova meta e frontiera dell’imprenditoria. L’espansione al di fuori delle frontiere nazionali si presenta oggi come la possibilità per giovani imprese tecnologiche per dare il gran salto e diventare dei veri e propri colossi nel proprio settore, aumentando così la propria competitività. Ticketbis, Atooma e Whithings costituiscono solo tre esempi di start up tecnologiche operanti in diversi settori, che hanno saputo esportare il loro business e godono oggi di grande stabilità dentro e fuori l’Europa, con un percorso coronato da successi.

Ticketbis (Spagna) è una piattaforma che nasce nel dicembre del 2009 come intermediario per la compravendita di biglietti per eventi di vario genere (concerti, calcio, musicals ecc.) tra privati. Garantisce, in questo modo, l’accesso ad eventi 'sold out' in tutto il mondo, con la sicurezza della validità del biglietto e della corretta gestione delle transazioni online. Dopo l’Europa e l’America Latina, Ticketbis approda quest’anno in Asia con sei nuovi uffici e sette portali: Australia, Corea del Sud, Hong Kong, India, Giappone, Singapore e Taiwan.

L’investimento iniziale di Ticketbis è stato di circa 5 milioni di euro e ha già dato i suoi primi frutti: in soli 4 mesi di attività, l'Asia rappresenta già il 10% del totale delle vendite. Il fatturato globale della compagnia ha raggiunto i 28 milioni di euro nel 2013, già superati nel primo semestre del 2014. La piattaforma dimostra così l’esportabilità del suo business e la capacità di adattarsi a diversi paesi e utenti grazie all’uso delle nuove tecnologie. "Intraprendere la via dell’internazionalizzazione è stata e continua ad essere la carta vincente della strategia e della crescita di Ticketbis", dichiara Giulia Chiari, regional manager per l’Europa.

Atooma (Italia) nasce, invece, come un’applicazione mobile e web che agisce sull’interazione tra l’utente, il proprio smartphone Android e le app più utilizzate, dando la possibilità di combinare in modo creativo sia le features del telefono che le applicazioni esterne. Attualmente è presente a Roma e San Francisco ma ha formato un’importante partnership con Samsung, integrando la sua tecnologia nel Galaxy Gear I e II, che le ha permesso diventare una startup internazionalmente riconosciuta.

Withings (Francia) dal 2009 crea prodotti intelligenti e applicazioni per promuovere la salute e la cura del corpo in modo facile e innovativo. La start up aumenta le capacità degli oggetti di uso comune per mezzo di diverse risorse tecnologiche, trasformandoli in dispositivi intelligenti. Grazie all'uso di telefoni cellulari e di computer come connettori, Withings ha ora più di cento applicazioni e dispositivi associati con cui fornisce ai suoi utenti una esperienza completa di benessere e salute.

In pochi anni è saltata al mercato asiatico e americano dove ha riscosso un grande successo. I suoi uffici si trovano attualmente in Francia (casa madre), Hong Kong e Stati Uniti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.