Home . Sostenibilita . Appuntamenti . Dal gelato al pane, al Sigep di Rimini va in scena anche la sostenibilità

Dal gelato al pane, al Sigep di Rimini va in scena anche la sostenibilità

Da domani fino al 30 gennaio a Rimini Fiera

APPUNTAMENTI
Dal gelato al pane, al Sigep di Rimini va in scena anche la sostenibilità

(Fotogramma)

Tradizionale, veg o gluten free. Il gelato non smette mai di sfoggiare il suo fascino anche con una connotazione più green. Tante le novità (sostenibili e non) alla 37esima edizione del Sigep, il Salone Internazionale Gelateria, Pasticceria e Panificazione Artigianali, che aprirà domani a Rimini Fiera in programma fino al 30 gennaio. Per il capitolo sociale, anche l'edizione del 2016 sarà connotata da ‘Il Gusto della Solidarietà’, grazie all’iniziativa, giunta alla terza edizione, organizzata dal Banco di Solidarietà.

Il gelato in eccedenza negli stand sarà raccolto da volontari e poi venduto con offerta libera. L’offerta è libera e già da ora sono disponibili per prenotare le vaschette di gelato da 1,5 kg, ritirabili al Centro Commerciale I Malatesta di Rimini. Alle aziende che hanno aderito, si aggiungono naturalmente i 100 volontari del Banco di Solidarietà, per garantire la migliore organizzazione. Tutto l’incasso, così come in passato, anche al termine di Sigep 2016 sarà finalizzato all’acquisto di derrate alimentari destinate ai più bisognosi.

Al Sigep, inoltre, saranno diverse le opportunità per conoscere meglio le numerose qualità e potenzialità di un prodotto di eccellenza italiano come il gelato artigianale. Il 2015 è stato un altro anno molto positivo per i consumi di gelato e, in particolare, per quelli del gelato artigianale. I dati di preconsuntivo indicano nell'8% l'aumento dei consumi rispetto al 2014, anno peraltro compromesso da un'estate più fredda e piovosa. Dati ancora più elevati per quanto riguarda l'area del Centro-Sud Italia, dove le vendite sono aumentate di oltre il 20%.

Questo porta a un fatturato stimato in oltre 2,5 miliardi di euro, con una media di 4 italiani su 10 che mangiano regolarmente gelato durante la stagione estiva, mentre sono in crescita tendenziale anche i consumi durante tutto l'arco dell'anno. Con l'incontro 'Gusti e colori della salute', promosso da 'I Maestri della Gelateria Italiana' insieme alla Scuola Italiana di Gelateria, l'intento è porre l’accento sulla salubrità del gelato. Partendo dalla varietà di colori e sapori, a cui si associano ingredienti benefici, saranno preparati e presentati gusti salutari e originali.

Nel grande laboratorio de “I Maestri della Gelateria”, al padiglione C1, ogni giorno dalle ore 10.00 alle ore 17.00, i gelatieri Associati eseguiranno e proporranno gusti salutistici con abbinamenti gastronomici che potranno essere degustati dai visitatori di Sigep. Lunedì invece sarà la giornata gluten free (ore 11.00 in Sala Tiglio 1) con il convegno 'Coni e Cialde senza glutine: un gelato per tutti'.

Il tema è di attualità, poiché l'utilizzo di coni e cialde senza glutine in gelateria risolverebbe la maggior parte delle criticità di cross contamination. Nel corso del convegno, promosso da Gluten Free Expo (Salone internazionale dedicato ai prodotti e all'alimentazione senza glutine che si svolgerà a Rimini Fiera dal 19 al 22 novembre 2016), saranno presentati anche i dati dall’osservatorio Gluten Free  e condotto da GRS sul mercato dei prodotti senza glutine.

Sempre lunedì, si svolgerà il convegno dal titolo 'Il futuro è nei legumi: creazione di nuovi prodotti alimentari utilizzando le proteine dei legumi'. Ricchi di proteine e fibre, poveri di grassi, i legumi sono potenziali ottimi candidati per lo sviluppo di una vasta gamma di prodotti alimentari sani e nutrienti.

Le tecnologie ora consentono la trasformazione in farine e amidi e frazioni proteiche per moltiplicare gli usi possibili per l’industria alimentare. Particolare attenzione sarà posta all’utilizzo come ingrediente alternativo nella produzione di gelato e yogurt. Il convegno è a cura dell’Ambasciata del Canada in Italia e vedrà l’intervento di Joyce Boye, del Ministero dell’Agricoltura e Agroalimentare del Canada.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI