Home . Sostenibilita . Appuntamenti . Dare vita al cambiamento, a L'Aquila la festa della partecipazione

Dare vita al cambiamento, a L'Aquila la festa della partecipazione

in programma fino domenica

APPUNTAMENTI
Dare vita al cambiamento, a L'Aquila la festa della partecipazione

Elaborare nuove forme di politica e di partecipazione attiva per dare vita al cambiamento attraverso un coinvolgimento diretto della società civile. E' queto l’obiettivo della prima edizione del Festival della Partecipazione, in corso all'Aquila fino a domenica e promosso da ActionAid Italia, Cittadinanzattiva e SlowFood Italia insieme al Comune dell'Aquila. A testimoniare le buone pratiche di ecosostenibilità ci ha pensato Novamont che, ha fornito le stoviglie compostabili in Mater-BI al pranzo che si è svolto tra i cittadini aquilani e gli operai (circa 1500 su 3500 totali) che lavorano per la ricostruzione e la messa in sicurezza della città.

Il Mater-Bi è la bioplastica biodegradabile e compostabile che diminuisce le emissioni di gas ad effetto serra, riduce il consumo di energia e di risorse non rinnovabili e completa un circolo virtuoso: le materie prime di origine agricola di cui è composta tornano alla terra attraverso processi di biodegradazione o compostaggio senza il rilascio di sostanze inquinanti. Le stoviglie realizzate in bioplastica Mater-Bi possono essere raccolte con la frazione umida dei rifiuti e avviate al compostaggio per diventare compost per terreno.

Secondo Andrea Di Stefano, responsabile progetti speciali e comunicazione di business di Novamont, “le bioplastiche sono un’innovazione che va ben oltre il miglioramento della sostenibilità ambientale del prodotto in sé perché mostra in concreto le potenzialità dell’economia circolare e della bioeconomia, veri fattori di rigenerazione culturale, sociale ed economica, non confinabili al semplice uso di materie prime rinnovabili”.

Cambiamenti climatici, desertificazioni, inquinamento della terra e dei mari: sono temi strategici per la salvezza del Pianeta. Il Festival della Partecipazione è un’occasione per capire come affrontare questi temi “dal basso”, contribuendo alla nascita di una società e di un modello economico in cui la produzione di beni e i consumi avvengano secondo la logica della conservazione delle risorse naturali, contro lo spreco, la dissipazione e la mentalità dell’usa e getta indiscriminato e indifferente.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI