Home . Sostenibilita . Appuntamenti . Slow Travel Fest, tre giorni dedicati alla 'scoperta'

Slow Travel Fest, tre giorni dedicati alla 'scoperta'

Dal 22 al 24 settembre ad Abbadia a Isola

APPUNTAMENTI
Slow Travel Fest, tre giorni dedicati alla 'scoperta'

Tre giorni dedicati al viaggio lento, a piedi e in bicicletta. Terza edizione per Slow Travel Fest che tra incontri, arte, musica, natura, escursioni lungo la Via Francigena e sulla Montagnola Senese si svolgerà dal 22 al 24 settembre ad Abbadia a Isola nel comune di Monteriggioni. E' la 'scoperta' il tema del programma di quest'anno che ospiterà gli autori che hanno messo il cammino e il viaggio 'slow' al centro della propria narrazione.

Dedicato alla riscoperta di Jack London l'appuntamento inaugurale con Davide Sapienza, scrittore, camminatore, viaggiatore oltre che curatore e traduttore di diverse opere dell’autore de Il Richiamo della Foresta, Zanna Bianca e Martin Eden. Nella forma del racconto recitato, Davide Sapienza farà rivivere la figura di Jack London, il cantore della natura vissuta in prima persona e in assoluta libertà.

Tiziano Fratus, autore del "Manuale del perfetto cercatore d’alberi" guiderà il pubblico tra gli alberi secolari e in un’esperienza all’alba nel bosco: un’esplorazione in chiave meditativa che ha ispirato la sua ultima pubblicazione, "Il sole che nessuno vede".

Farà ritorno al festival Darinka Montico, blogger e fotografa, che ha dedicato gli ultimi anni a viaggi a piedi e in bicicletta alla scoperta dell’Italia e alla ricerca della felicità degli italiani, esperienze raccolte in libri che sono diventati best seller sul web. Sarà al festival per raccontare il progetto The Never Ending Road, La Strada Infinita, il giro del mondo in bicicletta attraversando gli oceani in barca a vela.

In programma anche workshop di scrittura, fotografia, illustrazione e trekking alla scoperta della storia della Via Francigena, della biodiversità e della geologia della Montagnola Senese. Tra gli appuntamenti, l’escursione nella grotta Buca del Chiostraccio, ricca di sale di stalattiti e stalagmiti, dove sono stati ritrovati scheletri di Homo Sapiens, e l’attraversamento del Canale del Granduca, antico tunnel sotterraneo lungo più di 2 km. Il festival offre la possibilità di scoprire le valli attigue grazie ad escursioni in bicicletta e l’emozione di viaggiare sulla Francigena a cavallo.

Spazio alla musica con il chitarrista Lorenzo Niccolini, workshop di danze ispirate al ritmo della musica tradizionale dei TreTTempiFolk, il concerto finale del trio Fanfara Station che combina i suoni da orchestra ottomana ai ritmi nordafricani, un dance party dal vivo.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI