Home . Sostenibilita . Appuntamenti . Birdwatching, nel weekend 50 eventi Lipu in tutta Italia

Birdwatching, nel weekend 50 eventi Lipu in tutta Italia

E’ l’Eurobirdwatch. Partecipano le riserve dei Carabinieri forestali del Cutfaa

APPUNTAMENTI

Quasi 300 specie di uccelli da osservare nelle oasi e riserve della Lipu cui si aggiungono fiumi, laghi, coste e zone umide in tutta Italia: è l’Eurobirdwatch, il più grande evento dedicato al birdwatching e organizzato da BirdLife Europa, che la Lipu lancia in Italia come 'Big Day' nel weekend del 30 settembre-1 ottobre.

All’evento, che si svolgerà in 50 siti in tutta Italia, tra oasi e riserve gestite dalla Lipu e tanti parchi e ambienti dove divertirsi a fare birdwatching, partecipano quest’anno i Carabinieri forestali del Cutfaa, che, per l’occasione, apriranno alcune delle riserve naturali che gestiscono nel nostro Paese organizzando, in collaborazione con la Lipu, eventi dell’Eurobirdwatch.

Tra i parchi e le riserve dove partecipare al Big Day troviamo, tra gli altri, il Delta del Po (foce del Bevano a Ravenna), Colfiorito (in Umbria), le Saline di Margherita di Savoia (Foggia), le Saline di Tarquinia, mentre tra le numerose riserve gestite dalla Lipu troviamo Palude Brabbia (Varese), Torrile-Trecasali (Parma), Saline di Priolo (Agrigento), Paludi di Ostiglia (Mantova) e Caroman (Venezia). E poi, tra le decine di appuntamenti, le zone umide modenesi, il lago di Tarsia (Cs), i pantani Cuba e Longarini (Ragusa).

La Lipu organizzerà per il Big Day (un riadattamento del 'Big Year' americano) quattro gare, che premieranno, con i più recenti e prestigiosi volumi pubblicati sugli uccelli selvatici, il gruppo che: avvisterà il combattente (Calidris pugnax), un limicolo abilissimo volatore che migra dalla Russia e dalla Scandinavia verso il sud Europa, l’Asia e l’Africa e che frequenterà, in autunno, le zone umide italiane; osserverà la specie 'segreta', già individuata ma che sarà rivelata ai partecipanti solo a fine evento; registrerà il maggior numero di specie; formerà il gruppo di birdwatchers più numeroso.

Quest’anno i dati ornitologici raccolti dalla Lipu e dagli altri partner europei partecipanti all’Eurobirdwatch saranno trasmessi, con il sistema Ria (Rapid information action), a BirdLife Slovacchia, che coordina l’edizione 2017. Ne scaturirà una grande 'fotografia' europea della migrazione degli uccelli selvatici, nel momento clou del ritorno verso le aree di svernamento del Mediterraneo e africane.

"Due splendide giornate, ricche di appuntamenti, dedicate alla migrazione autunnale degli uccelli, che da nord si spostano verso sud alla ricerca del luogo idoneo dove passare l’inverno - dice Fulvio Mamone Capria, presidente della Lipu - Uno spettacolo sempre di grande fascino ma che va difeso da molte minacce. Proprio per questo stiamo portando avanti un progetto denominato Wingsland, che progetta, in modo integrato e complessivo, le azioni antibracconaggio, la difesa degli habitat e lo studio dei cambiamenti climatici, fattori indispensabili per una buona conservazione della biodiversità".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI