Home . Sostenibilita . Appuntamenti . Spreco alimentare e farmaceutico, donazioni e Terzo Settore. Se ne parla lunedì alla Camera

Spreco alimentare e farmaceutico, donazioni e Terzo Settore. Se ne parla lunedì alla Camera

Si parlerà di spreco alimentare e farmaceutico e donazioni

APPUNTAMENTI
Spreco alimentare e farmaceutico, donazioni e Terzo Settore. Se ne parla lunedì alla Camera

(Fotolia)

Una piattaforma web contro lo spreco: è #iononsprecoperché e sarà lanciata lunedì 18 dicembre, in occasione della conferenza stampa “Spreco alimentare e farmaceutico, donazioni e Terzo Settore” presso la sala stampa della Camera dei deputati.

In particolare, si discuterà di recupero delle eccedenze e della donazione di beni alla luce delle più recenti novità normative e della riforma del terzo settore. Meno burocrazia, regole più semplici e vantaggi fiscali più chiari per chi dona, minori oneri e maggiori opportunità per gli enti no profit che rivestono un ruolo chiave nella risposta a un bisogno sociale attraverso il recupero e la distribuzione di beni.

Promotrice dell’iniziativa Maria Chiara Gadda, deputata Pd, relatrice della legge contro gli sprechi alimentari. Interverranno Gabriele Sepio, esperto di fiscalità; Lisa Casali, scienziata ambientale ed esperta di sostenibilità del cibo; Laura Mongiello, presidente Ordine Tecnologi Alimentari di Basilicata e Calabria; i principali enti caritativi nazionali, le imprese e le associazioni della filiera agroalimentare.

Il nostro Paese - dichiara Gadda - da un anno ha una legge importante sul recupero delle eccedenze, che ha aperto la strada a nuovi progetti e dato impulso alle donazioni. Per questo motivo dobbiamo proseguire sulla strada della semplificazione sia dal punto di vista burocratico che fiscale, e allo stesso tempo promuovere campagne di educazione, formazione e sensibilizzazione sui benefici della legge per raggiungere il maggior numero di imprese ed esercizi che oggi possono donare con più agevolazioni rispetto al passato".

"La legge italiana cosiddetta antisprechi è riconosciuta all’estero come un modello positivo ed innovativo, questo anche grazie al fatto che è stata pensata e scritta insieme a chi oggi si trova ad utilizzarla, enti caritativi ed imprese, in prima linea per promuovere i risultati raggiunti e i nuovi obiettivi da percorrere”, conclude Gadda.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI