Home . Sostenibilita . Appuntamenti . Le sfide per la nuova legislatura, l'agenda di Legambiente

Le sfide per la nuova legislatura, l'agenda di Legambiente

Il 15 febbraio. Clima, economia circolare, rigenerazione urbana al centro della prossima legislatura

APPUNTAMENTI
Le sfide per la nuova legislatura, l'agenda di Legambiente

Serrare la lotta ai cambiamenti climatici, cogliere le opportunità dell'economia circolare, vincere la sfida della rigenerazione urbana per contrastare il consumo di suolo e portare nuova vita e opportunità nelle periferie degradate. Sono le sfide ambientaliste per la nuova legislatura individuate da Legambiente. Di questo si discuterà nell'incontro che, in vista delle prossime elezioni, l'associazione sta organizzando a Roma per giovedì 15 febbraio, dalle ore 10 alle ore 14 in Largo Ascianghi 5, a Trastevere, presso WeGil.

Una sorta di agenda ambientalista che comprende i temi che hanno strettamente a che fare con lo sviluppo economico del Paese, con la possibilità di creare filiere produttive e nuova occupazione, di rispondere concretamente ai bisogni dei cittadini in termini di sicurezza, salute e qualità della vita. "La legislatura che si è appena conclusa è stata quella che ha approvato il maggior numero di leggi ambientali di iniziativa parlamentare. Il prossimo Parlamento avrà un compito abbastanza gravoso: quello di fare meglio di questa legislatura che nella storia repubblicana è stata la migliore sotto questo punto di vista", ha spiegato Stefano Ciafani, direttore generale di Legambiente, in un'intervista all'Adnkronos.

Tra i temi che stanno a cuore a Legambiente, alcuni dei quali rappresentano nodi non sciolti in questa legislatura ormai al termine, consumo di suolo, abusivismo, efficienza energetica e rinnovabili. Ma anche l'auspicio di procedere verso uno 'Sblocca Italia vero', come lo definisce il direttore generale Ciafani, cioè in grado di portare a compimento quelle pere davvero utili al nostro Paese per raggiungere obiettivi di decarbonizzazione e sostenibilità.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI