Home . Sostenibilita . Appuntamenti . Torna Sementi Festival

Torna Sementi Festival

APPUNTAMENTI
Torna Sementi Festival

Corretta alimentazione, movimento, cultura, uno stile di vita sano e qualità del cibo biologico: sono numerosi e concreti i temi al centro della seconda edizione di Sementi Festival, sabato 26 e domenica 27 maggio a Corinaldo, tra le colline marchigiane in provincia di Ancona. Due giorni di appuntamenti gratuiti, conferenze, incontri, tavole rotonde, yoga e laboratori per bambini per le vie del “Borgo più bello d'Italia” (nominato nel 2007).

Il tutto passando per “Bio per una notte”: 'maratona' notturna dedicata a uno stile di vita sano e consapevole. Le vie e le piazze medioevali di Corinaldo per due giorni diventeranno un palcoscenico su cui coniugare agricoltura e rispetto per l’ambiente, salute, cultura e qualità della vita.

Dopo l’anteprima di venerdì 25 maggio con l’incontro dal titolo “Agricoltura biologica: opportunità di reddito e tutela della salute”, sabato 26 inaugura il mercato ortofrutticolo di Corinaldo in via del Corso, in un appuntamento seguito da uno show cooking organizzato dai cuochi de “La Grande Via”.

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 17.30 in Piazza Il Terreno, dove si svolgeranno tutti gli appuntamenti del Festival, avrà luogo l’incontro-dibattito “Agricoltura, salute, arte e spiritualità” organizzato nell’ambito della Rete dei Teatri di Paglia con il Franco Berrino, medico epidemiologo; Emilio Fantin, artista che indaga le relazioni tra piante, animali e terra, e il maestro indiano Swami Joythimayananda. In serata, “Drume Circle: la libertà di suonare” con il musicoterapista Alessandro Pianelli.

Domenica 27 in mattinata, sempre in Piazza Il Terreno, la tavola rotonda “Quale agricoltura futura?” al termine del quale il sindaco di Corinaldo Matteo Principi assegnerà il Premio Sementi a due realtà agricole del territorio che si siano particolarmente distinte per rispetto per l’ambiente, qualità e sostenibilità aziendale.

Alle ore 18.00 sarà la volta dell'incontro dedicato a “Sprechi e misfatti dell’industria alimentare” a cura di Stefano Liberti, autore del libro “I signori dei cibo” (Minimum fax, 2016), insieme con Lucia Cuffaro, presidente del Movimento per la Decrescita Felice.

Ogni mattina, a partire dalle ore 9.30, si può iniziare la giornata con una lezione di yoga (in piazza Il Terreno), mentre ogni sera, dalle 19.30 in poi, la non-stop notturna “Bio per una notte” con il mercato bio per le vie del centro storico, la possibilità di conoscere e incontrare i produttori locali, un mercatino dei mestieri e delle tradizioni e la libreria itinerante di Terra Nuova edizioni.

Anche alcuni ristoranti adotteranno menù biologici, mentre gli esercizi commerciali proporranno prodotti in linea con la serata. Non mancheranno gli appuntamenti dedicati ai bambini, dalle letture di storie ispirate alla terra alle merende biologiche e i laboratori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.