Home . Sostenibilita . Appuntamenti . La bioplastica tra i protagonisti di Festambiente

La bioplastica tra i protagonisti di Festambiente

Organizzato da Legambiente dal 10 al 19 agosto a Rispescia

APPUNTAMENTI
La bioplastica tra i protagonisti di Festambiente

Sempre più Festambiente per Novamont che sarà tra i protagonisti del trentennale dell’ecofestival più celebre e più amato d’Italia, organizzato da Legambiente dal 10 al 19 agosto a Rispescia, in provincia di Grosseto. Innanzitutto “B Come Natura”, la mostra interattiva e multimediale pensata per sensibilizzare bambini e ragazzi sulle buone pratiche ambientali e per far conoscere le bioplastiche e il loro ciclo di vita.

Articolata in un percorso a tre tappe, “B Come Natura” propone giochi e contenuti sull’ambiente, sulla raccolta differenziata dei rifiuti e sul Mater-Bi, la famiglia di bioplastiche di Novamont biodegradabili e compostabili secondo lo standard UNI 13432 usate in tanti ambiti della vita quotidiana.

Protagonista assoluta dello spazio espositivo è Bia De Compostabilis, la “mascotte della compostabilità” nata dalla mano del disegnatore Disney Paolo Mottura e trasformata da Pietro Perotti in un grande burattino animato, che coinvolgerà i più piccini nelle sue avventure nel mondo della compostabilità, scoprendo il mistero della terra che si ricava dai rifiuti attraverso le scelte più appropriate e comportamenti più giusti per l’ambiente.

Il progetto 'RigeneraTerra', invece, nasce dalla collaborazione tra Legambiente e Novamont con i comuni di Grosseto e di Castiglione della Pescaia ed è focalizzato sulla creazione di compost come elemento per la rigenerazione del suolo. Nel corso di Festambiente, infatti, tutti i pasti verranno consumati utilizzando solo stoviglie in bioplastica biodegradabile e compostabile Mater-Bi donate da Novamont.

Il materiale organico ottenuto attraverso la raccolta differenziata dei rifiuti (scarti alimentari e stoviglie in Mater-Bi) verrà conferito all’impianto di compostaggio Futura di Grosseto e il compost così ottenuto sarà posato nelle aree dei due comuni devastate dagli incendi estivi per rifertilizzare il terreno.

Il compost di qualità, infatti, può accelerare i tempi di ripristino di un’area colpita da incendi, con un vantaggio significativo per l’ecosistema boschivo, patrimonio di straordinaria bellezza che ha un ruolo strategico nella difesa della biodiversità, nell’assorbimento della CO2 e per contrastare il dissesto idrogeologico.

A differenza delle stoviglie in plastica che una volta contaminate con il cibo sono destinate nel migliore dei casi ad essere bruciate e in quello peggiore alla discarica, piatti, bicchieri e posate in Mater-Bi sono smaltibili negli impianti di compostaggio assieme alla raccolta differenziata della frazione organica e al termine del ciclo di compostaggio contribuiscono alla creazione di compost di qualità.

“Oggi più che mai dobbiamo impegnarci per combattere la dissipazione delle risorse naturali e a favore delle raccolte differenziate dell’organico che, trasformato in compost di qualità, è potentissimo rimedio alla desertificazione dei suoli, una delle cause dell’innalzamento della temperatura terrestre. Ci auguriamo che i visitatori di Festambiente si rendano conto concretamente delle potenzialità dell’economia circolare e della bioeconomia, veri fattori di rigenerazione culturale, sociale ed economica” afferma Andrea Di Stefano, responsabile progetti speciali di Novamont.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.