Tutti in canoa, Ferragosto è 'no plastic'

Ferragosto all'insegna della tutela ambientale. In canoa e kayak, a vela e subacquea, professionisti, amatori, semplici praticanti e campioni olimpici scenderanno in campo per liberare dalla plastica e dai rifiuti i nostri corsi di acqua. Il 15 agosto, data simbolo dell’estate, parte la campagna Blue Kayak Day #No Plastic della Federazione Italiana Canoa Kayak, lanciata insieme alla Divisione Canoa Kayak di Marevivo e alla Fondazione UniVerde.

"I rifiuti lasciati in balia degli agenti atmosferici, sole, vento e mare – spiega Rosalba Giugni, presidente di Marevivo – si sminuzzano trasformandosi in microplastiche. Si stima che recuperando una bottiglia di plastica da 1,5 litri si risparmiano al mare approssimativamente 5.000 microplastiche; raccogliendo un sacchetto di plastica (uno shopper di dimensioni 48x34cm) non biodegradabile, circa 20.000 microplastiche. Una cassetta di polistirolo standard, usata per la pesca, può generare fino a un milione di microplastiche".

"Marevivo – continua Rosalba Giugni - mette in campo le divisioni sub, vela e canoa kayak in modo da diffondere l’appello a tutte le sue reti, e non lasciare nulla sulle spiagge, nei fondali e tra le rocce. Abbiamo accettato l’invito del ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che ha chiesto a tutti gli italiani di ripulire e raccogliere rifiuti sulle spiagge durante le vacanze".

Durante il Blue Kayak Day #No Plastic, Marevivo invita a pesare il bottino di rifiuti plastici recuperati in modo da calcolare il valore approssimativo di microplastiche risparmiate al mare.Tutti i partecipanti potranno diffondere la loro azione condividendo sui social network foto e video con gli hashtag: #Bluekayak #Noplastic #Federcanoa.