Home . Sostenibilita . Appuntamenti . Festa degli Alberi nelle scuole, protagonisti quelli monumentali

Festa degli Alberi nelle scuole, protagonisti quelli monumentali

Pecoraro Scanio, celebriamo quelli monumentali, sono il nostro passato e il nostro futuro

APPUNTAMENTI
Festa degli Alberi nelle scuole, protagonisti quelli monumentali

"L'Italia non dimentichi gli alberi che sono parte essenziale della nostra vita, sono il nostro passato e il nostro futuro. Per questo, vorrei dedicare questa 19esima edizione della Festa degli Alberi nelle scuole ai 22mila alberi monumentali d'Italia, esseri viventi che, in alcuni casi, vantano 4mila anni di vita e sono quindi i testimoni viventi della nostra storia". Così all'Adnkronos Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della fondazione UniVerde, in vista della Festa degli Alberi che domani, 4 ottobre, coinvolgerà scuole in tutta Italia.

Introdotta nel 2000 con decreto ministeriale proprio da Pecoraro Scanio, allora ministro delle Politiche Agricole e Forestali, insieme con il ministro dell'Istruzione Tullio De Mauro, la giornata dedicata agli alberi si festeggia due volte, il 4 ottobre e il 21 marzo, e quest'anno avrà come appuntamento centrale quello di Roma all'Istituto Tecnico Agrario "Giuseppe Garibaldi" con la partecipazione, tra gli altri, dell'erede dell'eroe dei due mondi, Giuseppe Garibaldi, che presenterà il progetto "Garibaldi Agricoltore".

L'anno scorso, invece, l'appuntamento centrale si era svolto a Milano con Marco Bussetti, allora dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Milano e che quest'anno sostiene l'iniziativa da ministro dell'Istruzione.

"Gli alberi monumentali sono il simbolo dell'unità d'Italia - continua Pecoraro Scanio - ne abbiamo di eccezionali dal sud al nord del Paese, isole comprese. C'è il Platano dei 100 bersaglieri in provincia di Verona, con i suoi 1400 anni di storia, e ci sono gli ulivi millenari della Sardegna, alcuni dei quali hanno tra i 3 e i 4mila anni, e poi la Quercia delle Streghe di Lucca, il Castagno dei 100 cavalli nel Parco dell'Etna...".

"Sarebbe bello che le scuole non solo piantassero alberi, come fanno in occasione della festa in tutta Italia, ma che organizzassero anche visite per gli studenti a questi grandi patrimoni, perché è importante tutelare le nostre bellezze naturali così come facciamo con il nostro patrimonio storico e artistico", conclude il presidente della Fondazione UniVerde.

All'appuntamento romano del 4 ottobre con Pecoraro Scanio ci saranno anche Patrizia Marini, presidente Re.N.Is.A. dirigente scolastico dell'Istituto Garibaldi che ospita l'iniziativa; il generale di Brigata Cinzia Gagliardi, Comandante Regione Carabinieri Forestale Lazio; Pinuccia Montanari, assessore alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.