Home . Sostenibilita . Best Practices . Dalla mobilità al led, per Favignana un progetto 'emissioni zero'

Dalla mobilità al led, per Favignana un progetto 'emissioni zero'

mobilità sostenibile, illuminazione led, energia pulita e smart grid al centro del progetto

BEST PRACTICES
Dalla mobilità al led, per Favignana un progetto 'emissioni zero'

Fotovoltaico diffuso, mobilità sostenibile, trasferimento della centrale di produzione elettrica con una nuova centrale ibrida ad alta efficienza, illuminazione a Led, smart grid e sportello energia: sono gli ingredienti della nuova strategia energetica per Favignana verso un modello a 'emissioni zero' attento all’ambiente e al turismo, che possa anche diventare un modello replicabile per le atre isole del Mediterraneo.

Il simbolo di questo processo? Potrebbe essere proprio la croce sul monte di Favignana che a Natale si accenderà con luce a Led alimentata da un impianto fotovoltaico, riducendo al minimo i consumi energetici e garantendo il rispetto delle norme in materia di inquinamento luminoso. A presentare il progetto “Favignana Emissioni Zero”, realizzato con il supporto di The Green Consulting Group, è Sea Favignana, l’azienda elettrica dell’isola, assieme ai partner Abb, Gewiss e Mercedes-Benz.

L’isola, grazie alle sue dimensioni e alla sua orografia, si presta in modo ideale allo sviluppo della mobilità elettrica, uno degli obiettivi cardine della strategia energetica di Sea Favignana. Per questo, le autovetture elettriche Classe B Electric Drive Mercedes-Benz entreranno a far parte della flotta aziendale di Sea Favignana e saranno alimentate con il sistema di ricarica Wall Box in corrente alternata eMobility di Abb.

Sea Favignana, nell’ambito della sua strategia energetica, prevede di trasferire la centrale elettrica attraverso la realizzazione di una nuova centrale ibrida ad alta efficienza energetica e a minor impatto ambientale in sostituzione di quella attuale. La nuova centrale sarà realizzata in un lotto di terreno caratterizzato da un forte avvallamento e distante più di 500 metri dalla linea di costa, a differenza dell’attuale centrale che è situata a meno di 100 metri dalla linea di costa.

La centrale, alimentata a olio combustibile, avrà una potenza di 12 MW sarà realizzata con un sistema di generazione ad alta efficienza. Il tetto dell’edificio verrà interamente coperto da un impianto fotovoltaico della potenza di 500 kW, corrispondete al 400% dell’attuale potenza fotovoltaica installata su tutta l’isola di Favignana, producendo circa 700 MWh/anno di energia elettrica, e risparmiando emissioni di Co2 in atmosfera per oltre 500 tonnellate.

L'intervento andrà di pari passo con l’installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica in centrale. I componenti sono parte integrante del sistema di ibridizzazione, necessario per la gestione del mix di produzione energetica proveniente da fonte solare e tradizionale. Man mano che aumenterà la produzione elettrica da fotovoltaico, si ridurrà la generazione elettrica da parte della centrale.

Il progetto prevede anche l'apertura al pubblico di uno Sportello Energia dove gli utenti potranno ricevere informazioni su interventi di risparmio ed efficienza energetica in abitazioni ed esercizi commerciali, sugli incentivi e le agevolazioni fiscali per l’installazione di impianti fotovoltaici e solari termici.


Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI