Home . Sostenibilita . Best Practices . Ecco la dieta sostenibile, in forma a basso impatto in 10 mosse

Ecco la dieta sostenibile, in forma a basso impatto in 10 mosse

BEST PRACTICES
Ecco la dieta sostenibile, in forma a basso impatto in 10 mosse

(Fotolia)

Maggiore consumo di cereali integrali, tanta frutta e verdura, meno carne e formaggi, più pesce. Con un occhio alle produzioni locali. Arriva il decalogo della dieta sostenibile per tornare in forma e, soprattutto, recuperare un sano stile di vita nel rispetto dell'ambiente.

Ecco i 10 consigli elaborati da Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition:

1.Aumenta il consumo di cereali integrali: farro, orzo e riso, ma anche quinoa, miglio e amaranto forniscono energia a basso indice glicemico e sono versatili e ideali per tante ricette e piatti freddi.

2. Ricorda che frutta e verdura non dovrebbero mai mancare, sia nei pasti principali che come spuntini: la varietà che arriva con la bella stagione rappresenta un’ottima occasione per aggiungere colore, vitamine, fibra e sali minerali alla dieta. Magari puntando sui produttori locali.

3.Riduci la carne e i formaggi e sostituiscili con fagioli, lenticchie, ceci: sono ottimi sostituti delle proteine animali e possono essere consumati come hummus, insalate o in abbinamento con pasta e riso. Scegliere i legumi, in sostituzione di carne e formaggi, vuol dire ridurre le emissioni di gas serra (per i legumi sono pari a 0,63 Kg di CO2 equivalente, mentre quelli della carne rossa arrivano a circa 25 Kg CO2 equivalente), senza considerare che per produzione e trasformazione dei legumi si stima un consumo di acqua pari a 2,711 l/k, a fronte della carne rossa che necessita mediamente di 18,799.

4. Consuma più pesce, meglio se quello azzurro pescato in maniera sostenibile nel nostro mare, come alici e sarde.

5.Riduci il sale, insaporendo i piatti con erbe aromatiche: prezzemolo, origano, basilico, salvia, rosmarino, che sono ricchi di vitamine e sostanze antiossidanti.

6.Usa l’olio extravergine di oliva, sia per condire a crudo che per cucinare: 'l’oro verde' degli antichi, oltre ad avere una buona proporzione di acidi grassi monoinsaturi, è ricco di tocoferoli e fitosteroli.

7.Aumenta il consumo di frutta secca: scegli quella non salata come mandorle, nocciole, pistacchi, noci. Una manciata al giorno non fa ingrassare e protegge l’organismo da malattie cardiovascolari.

8.Bevi acqua per dissetarti, perché succhi di frutta e bibite sono molto ricche di zuccheri, aumentano la sete e le calorie assunte in maniera significativa.

9. Trova il tempo per il movimento nella tua giornata, perché una dieta da sola può non bastare. Spostarsi a piedi e in bicicletta favorisce una perdita di peso salutare e riduce le emissioni causate dai mezzi di trasporto.

10. Ritrova il piacere della lentezza e della convivialità: scegli cibi che provengono dalla tua Regione e che siano coltivati localmente, per preparare i piatti tradizionali da condividere insieme a qualcuno.

"L’arrivo dell’estate può essere un’ottima occasione per tornare in forma e in salute, riscoprendo la nostra cultura alimentare sana e sostenibile, cercando di mantenere un corretto stile di vita tutto l’anno. Come Bcfn abbiamo studiato 10 semplici consigli per tornare in forma, facendo bene a noi stessi ma anche all’ambiente", afferma Katarzyna Dembska, ricercatrice della Fondazione Bcfn.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI