Home . Sostenibilita . Best Practices . 'Agenti 0011', la campagna degli Youtuber per salvare il pianeta

'Agenti 0011', la campagna degli Youtuber per salvare il pianeta

Al via 'Agente 0011', progetto per città più sostenibili e inclusive secondo gli Obiettivi dell'Onu

BEST PRACTICES
'Agenti 0011', la campagna degli Youtuber per salvare il pianeta

Cesca, Dose, Eleonora Olivieri, Nadia Tempest e Vincenzo Tedesco: sono questi i cinque youtuber che hanno deciso di diventare ambasciatori degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), compresi nell’Agenda 2030 approvata dall’Assemblea generale dell’Onu il 25 settembre 2015, coinvolgendo gli oltre 5 milioni di utenti che seguono i loro canali attraverso dei video che illustrano il contenuto dei vari obiettivi.

Si va dalla lotta alla povertà e alle disuguaglianze raccontate da Cesca, al diritto alla salute di cui si fa portavoce Dose; dal contrasto alla malnutrizione spiegato da Eleonora Olivieri, passando per l’impegno in favore dell’uguaglianza di genere raccontato da Vincenzo Tedesco, sino alla creazione di città inclusive e sostenibili di cui Nadia Tempest è ambasciatrice.

E’ proprio dallo sviluppo di quest’ultimo obiettivo che nasce il progetto “Agente 0011: gli studenti delle scuole italiane si attivano sul territorio per città più sostenibili e inclusive (SDG11) e per un’Italia più responsabile verso l’Agenda 2030”, al quale i cinque 'creators' hanno aderito.

Il progetto, cofinanziato dall’Agenzia Italiana della Cooperazione allo Sviluppo nell’ambito del bando Educazione alla Cittadinanza Globale 2016 e implementato sul territorio nazionale da ActionAid, Amref, Asvis, Cesvi, CittadinanzAttiva, La Fabbrica e Vis, ha l’obiettivo di sensibilizzare e promuovere la comprensione critica e la mobilitazione della società civile sui temi dell’Agenda 2030 e degli SDGs, nonché sulle implicazioni che comportano per l’Italia e i suoi cittadini.

Il progetto prevede come strumento di comunicazione il portale “Agente 0011 – Licenza di salvare il pianeta”, realizzato da La Fabbrica in collaborazione con il ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Attraverso la piattaforma, scuole primarie e secondare di tutta Italia potranno accedere a contenuti speciali suddivisi in quattro aree tematiche (Diritti e uguaglianza, Beni e risorse, Benessere e salute, Ambiente e territori) all’interno delle quali saranno approfonditi i 17 SDGs.

Storie di successo, testimonianze dai Paesi Sud del mondo e dall’Italia, materiali fotografici e video, pillole didattiche e giochi interattivi arricchiranno l’esperienza delle classi che decideranno di iscriversi al portale per diventare i migliori Agenti 0011 del pianeta, affrontando tante e divertenti missioni, da svolgere in aula o sul proprio territorio.

Le attività territoriali del progetto saranno realizzate in sei città (Catania, Milano, Napoli, Roma Siracusa e Torino) per un totale di 60 classi di scuole secondarie di primo e secondo grado coinvolte. A settembre, i docenti delle classi prescelte seguiranno una formazione online sul percorso, sui temi dell’Agenda 2030 e degli SDGs e le loro ricadute sul contesto italiano. A ottobre avrà poi inizio la collaborazione vera e propria con gli studenti che parteciperanno a un ciclo di incontri di analisi e formazione con esperti, educatori e realtà del territorio attive nel campo associativo, formativo e sociale.

Seguirà la fase di progettazione territoriale, in cui gli studenti rileveranno le problematiche del proprio quartiere formulando proposte per migliorarlo in chiave sostenibile. In questo saranno affiancati da ricercatori e studenti delle Università coinvolte nel progetto (La Sapienza Università di Roma, Università degli Studi di Torino, Università Cattolica di Milano, Università Orientale di Napoli) e da operatori di alcune associazioni locali.

Durante l’anno scolastico, saranno organizzati appuntamenti nei quartieri e nelle città interessate dal progetto con l’obiettivo di restituire i risultati del lavoro fatto e coinvolgere comunità e istituzioni locali nella progettazione territoriale. Il workshop finale si terrà a L’Aquila durante il Festival della Partecipazione, appuntamento annuale promosso da ActionAid, Cittadinanzattiva e Slow Food Italia, una fabbrica di idee per riscoprire il piacere dello stare insieme e costruire le nuove forme della politica, dell'attivismo e della cittadinanza.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI