Home . Sostenibilita . Best Practices . Network Agire raccoglie donazioni per 50mila euro in due mesi

Network Agire raccoglie donazioni per 50mila euro in due mesi

Con la raccolta lanciata a bordo di Italo Treno con Il Paese della Sera

BEST PRACTICES
Network Agire raccoglie donazioni per 50mila euro in due mesi

La raccolta fondi lanciata a fine aprile da Agire insieme al Paese della Sera, e poi diffusa attraverso altri canali, ha permesso di raccogliere oltre 50mila euro nei primi due mesi, anche grazie alla generosità dei viaggiatori di Italo Treno. I fondi sono stati utilizzati per portare soccorso alle vittime della carestia in Africa. È questo il bilancio della campagna #Nonsenzadite del network Agire, la rete italiana di 9 ong di risposta all’emergenza, a favore delle popolazioni colpite dalla siccità e dalla carestia in Sud Sudan, Corno d’Africa e nel Bacino del Lago Ciad.

"Siamo orgogliosi dei nostri passeggeri, hanno dimostrato che ogni gesto concreto per dare aiuto e sostegno può diventare un grandissimo risultato. Il nostro obiettivo di connettere non solo luoghi e persone, ma anche idee e valori, si è pienamente realizzato e oggi il nostro impegno si rinnova sul binario della ricerca scientifica supportando la fondazione Telethon che lavora ogni giorno per dare risposte concrete a tutte le persone che lottano contro le malattie genetiche rare", dichiara Antonella Zivillica, direttore Relazioni Esterne Italo Ntv.

"Abbiamo scelto uno strumento innovativo come Il Paese della Sera per dare voce alla nostra campagna, coinvolgendo i lettori in un percorso informativo sulla crisi umanitaria e ambientale in Africa che si è rivelato sorprendente. Vogliamo ringraziare i tanti che dopo aver letto di fame e carestia a migliaia di chilometri di distanza hanno voluto essere al nostro fianco per portare aiuti di prima necessità a chi sta soffrendo", spiega Alessandra Fantuzi, coordinatrice Agire.

'Il Paese della Sera' è un progetto che unisce in un viaggio solidale il Nord e il Sud dell’Italia insieme al Nord e al Sud del Pianeta, e promuove l’inserimento lavorativo di giovani italiani e migranti, in situazioni di disagio economico attraverso la distribuzione ogni mattina sui treni Italo a Milano e Napoli della omonima rivista.

A raccontare l'impatto sociale e economico realizzato nel corso del 2017 sono i numeri: il gruppo di ragazzi e ragazze italiani e migranti inseriti nella nuova esperienza lavorativa arrivato a quota 18, quattro nuovi partner a sostegno del progetto sociale e formativo, oltre 2 milioni di lettori e una community web con 500mila utenti unici sul web.

L’iniziativa è promossa dall’organizzazione Wsc con la Comunità di Sant’Egidio è sostenuta da Italo Treno, Fondazione Allianz Umana Mente, Fondazione Bracco, Fondazione Cariplo, Fondazione Con il Sud, Fondazioni For Africa Burkina Faso, Human Foundation insieme a Agire e Avis Nazionale e al media partner Adnkronos. E per il 2018 l’iniziativa sociale e editoriale ha in cantiere nuovi impegni per far crescere e ampliare i canali di distribuzione, il numero dei giovani coinvolti e i partner.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI