Home . Sostenibilita . Best Practices . Agricoltura urbana, un catalogo per le buone pratiche

Agricoltura urbana, un catalogo per le buone pratiche

BEST PRACTICES
Agricoltura urbana, un catalogo per le buone pratiche

Si stima che 6,3 miliardi di persone vivranno nelle aree urbane entro il 2050, eppure l’agricoltura urbana e periurbana non gode della necessaria attenzione da parte delle politiche pubbliche. Per raccontare il valore di queste esperienze in diversi contesti e incoraggiarne lo sviluppo, nasce il catalogo delle buone pratiche di agricoltura urbana e periurbana nel Mediterraneo: si chiama "Madre - Agricoltura metropolitana per lo sviluppo di un’economia innovativa, sostenibile e responsabile" ed è un progetto europeo di cooperazione territoriale che punta a cambiare il modello di approvvigionamento alimentare delle metropoli.

Iniziato a febbraio 2017, il progetto andrà avanti fino a luglio 2018, con un budget totale di 1,17 milioni di euro e cofinanziato per 99mila euro dal programma Interreg Med. Il catalogo raccoglie 36 buone pratiche identificate nelle sei aree metropolitane associate al progetto (Barcellona, Bologna, Marsiglia, Montpellier, Salonicco e Tirana), in termini di innovazione per gli agricoltori, innovazione sociale, innovazione per i consumatori, ricerca accademica, innovazione territoriale e innovazione transnazionale.

Gli obiettivi del catalogo sono: creare una mappa degli stakeholder chiave per l’agricoltura urbana e periurbana mediterranea e connetterli; identificare buone pratiche sviluppate e consolidare le conoscenze acquisite; valutare il rendimento in termini economici, ambientali e sociali dell’agricoltura urbana e periurbana; promuovere le pratiche più rilevanti e innovative e facilitarne la replica e l’adattamento in altri territori.

I partner locali hanno raccolto da 1 a 5 buone pratiche, nelle loro zone di provenienza, per le sei aree di innovazione identificate da Madre e definite nel catalogo. Una selezione di buone pratiche è inclusa nel catalogo, mentre tutte le iniziative raccolte saranno caricate e rese visibili nella piattaforma digitale, presto online.

Il progetto ha prestato particolare attenzione a otto aspetti cruciali per l’agricoltura urbana e periurbana: creazione di posti di lavoro, inclusione sociale, educazione, benefici per la salute e alla nutrizione, aumento della qualità e creazione di valore, benefici organizzativi, integrità territoriale e gestione del territorio; benefici ambientali; sinergie con altri stakeholder del territorio e dunque la capacità di fare rete.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.