Home . Sostenibilita . Best Practices . CR-V Honda, arriva la versione ibrida, più green ed efficiente

CR-V Honda, arriva la versione ibrida, più green ed efficiente

BEST PRACTICES
CR-V Honda, arriva la versione ibrida, più green ed efficiente

Un SUV più efficiente e 'pulito' per andare incontro alle normative e alle richieste del mercato: è l'obiettivo di Honda che si prepara a lanciare in Europa il nuovo CR-V in versione ibrida. A spingere il best seller della casa giappnese sarà un sistema messo a punto da Honda dotato della tecnologia i-MMD (Intelligent Multi-Mode) composta da due motori elettrici, un motore a benzina a ciclo Atkinson i-VTEC da 2.0 litri ed un’innovativa trasmissione diretta. La potenza massima sarà di 184 CV (135 kW) con una coppia di 315 Nm. Anziché usare una trasmissione di tipo tradizionale, le parti in movimento saranno connesse direttamente tra loro mediante un singolo rapporto fisso, che garantirà un trasferimento della coppia più fluido e si preannuncia più 'appagante' rispetto al cambio e-CVT generalmente in uso sugli altri veicoli ibridi in commercio.

La tecnologia i-MMD di Honda permetterà di scalare in modo automatico ed intelligente attraverso tre modalità di guida senza la minima interruzione, con la massima efficienza possibile. Le tre modalità di guida saranno EV Drive, in cui il sistema di batterie agli ioni di litio alimenterà il propulsore elettrico e movimenterà le ruote (con il motore a benzina spento); Hybrid Drive, in cui il motore a benzina alimenterà il secondo motore/generatore che integra l’energia elettrica fornita dal sistema di batterie ed Engine Drive, in cui un meccanismo di blocco frizione creerà una connessione diretta tra il motore a benzina e le ruote.

Nella maggior parte delle situazioni di guida in città, il sistema del CR-V Hybrid passerà automaticamente dalla modalità Hybrid Drive a quella EV Drive, e viceversa, per ottimizzare l’efficienza. Nella modalità Hybrid Drive, l’energia in eccesso prodotta dal motore a benzina potrà anche essere sfruttata per ricaricare le batterie attraverso il generatore. La modalità Engine Drive sarà la più efficiente in caso di guida in autostrada ed ad alte velocità.

In caso di andatura moderata, il CR-V Hybrid sceglierà generalmente la modalità EV Drive per oltre la metà del tempo; mentre, a velocità più sostenute, passerà all’EV Drive per circa un terzo del tempo. Il software di controllo del sistema i-MMD deciderà, a seconda delle condizioni di guida, quando passare da una modalità all’altra per massimizzare l’efficienza e senza l’intervento del conducente.

Il nuovo CR-V Hybrid di Honda vanterà, infine, un display con Interfaccia di Informazione del Conducente che mostrerà lo stato di guida permettendo al conducente di comprendere la combinazione di fonti di energia che alimentano la vettura. Il quadro mostrerà il livello di carica della batteria agli ioni di litio, un grafico del flusso di energia in uso e lo stato di ricarica del sistema.

L’avvio della produzione del nuovo Honda CR-V Hybrid per i mercati europei è previsto per ottobre 2018, e le prime consegne ai clienti sono previste per l’inizio del 2019.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.