Home . Sostenibilita . CSR . 'B come Natura', viaggio alla scoperta della bioplastica

'B come Natura', viaggio alla scoperta della bioplastica

Una iniziativa di Unicoop Firenze, in collaborazione con Novamont

CSR

Una mostra, sviluppata attraverso un percorso interattivo fra le corsie del supermercato, per parlare di ambiente e spiegare a grandi e piccini che cosa fare per conoscere e arginare il fenomeno dell’inquinamento da materie plastiche. E’ l’iniziativa di Unicoop Firenze, in collaborazione con Novamont, che ha già fatto tappa a Lucca Comics e al punto vendita di Lucca dove, dal 9 al 18 novembre, ha registrato circa 400 visite fra alunni delle scuole primarie e visitatori.

La mostra continua il giro della Toscana con la tappa al Centro*Sesto di viale Petrosa a Sesto Fiorentino fino al 2 dicembre; quindi toccherà i centri Unicoop Firenze di Montevarchi, Agliana, Siena, Firenze, Prato, Cascina ed Empoli.

Il progetto educational 'B come Natura', proposto da Novamont e sostenuto da Unicoop Firenze, si propone come strumento ludico e informativo con diverse attività che ruotano intorno alla mostra interattiva e multimediale dedicata alla scoperta del Mater-Bi. Protagonista del viaggio alla scoperta delle buone pratiche per l’ambiente è Bia, l’eroina a fumetti nata dalla matita di Paolo Mottura. Con un allestimento di carattere laboratoriale, realizzato da Ecofficina, sarà poi possibile imparare quanto impiega un sacchetto di plastica a decomporsi, che cosa è la bioplastica e più specificatamente il Mater-Bi.

Anticipando la normativa nazionale che renderà obbligatorio l’utilizzo di sacchi frutta e verdura compostabili dall'inizio del 2018, a maggio 2017 Unicoop Firenze ha introdotto il Mater-Bi di IV generazione utilizzato oggi sia per i prodotti sfusi di macelleria e pescheria, sia per gli shopper spesa e per i sacchetti dell’ortofrutta.

Frutto di filiere italiane integrate tra tecnologia, agricoltura e innovazione, il Mater-Bi di IV generazione è caratterizzato da maggiori performance tecniche, da un livello di emissioni di gas serra ulteriormente ridotto e da un contenuto più elevato di materie prime rinnovabili (superiore al 40%), il che lo rende ancora più adatto alla raccolta del rifiuto umido e alla rifertilizzazione dei suoli. I nuovi sacchetti frutta e verdura sono ultraleggeri, con un grado di trasparenza nettamente superiore ai precedenti.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI