Il gelato 'a basso impatto'

Un progetto per lidi 'green', la scelta di puntare sull'eco-design, la collaborazione con Legambiente estesa alla protezione dei fondali marini, il progetto scuole e la compensazione delle emissioni di CO2 non evitabili. Sono le novità nell'impegno per la sostenibilità ambientale che Sammontana, primo produttore italiano di gelato in Italia, ha presentato oggi a Milano, come evoluzione di quanto avviato con il ministero dell’Ambiente nel 2016 e nel 2017.

Con un nuovo progetto realizzato insieme alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, nei prossimi mesi verrà sostenuto il consumo consapevole di gelato a impatto ambientale 'compensato' in 18 lidi che hanno scelto di fare della sostenibilità un punto importante della propria attività.

In futuro, i lidi partner di Sammontana selezionati secondo precisi criteri di sostenibilità, avranno modo di valorizzare il proprio impegno anche attraverso attrezzature innovative, fra cui frigoriferi ad alta efficienza energetica forniti dall’azienda e di sensibilizzare i propri clienti al consumo responsabile di gelato grazie a materiale informativo.

L'azienda è da tempo impegnata in un percorso di miglioramento continuo dei propri processi aziendali, per una riduzione dell’impatto ambientale a vari livelli: dalla scelta delle più avanzate soluzioni di packaging a un utilizzo sempre più efficiente dell’acqua e dell’energia, dalla selezione di materie prime alla gestione innovativa dei rifiuti e della logistica.

Grazie alla collaborazione con il Consorzio Universitario di Ricerca Applicata dell’Università degli Studi di Padova, l’azienda si è dotata di una procedura operativa e di modelli personalizzati di eco-design per valutare alternative progettuali che coprano diversi processi: selezione e impiego delle materie prime, logistica, soluzioni di packaging. In quest'ambito si inserisce Prima Ricetta, in produzione dal 2018 con ingredienti 100% italiani, senza coloranti e con solo aromi naturali, con contenitore e tappo in carta politenata e un impatto, in termini di kg CO2eq./kg del 26% inferiore a confronto con i prodotti della linea Barattolino con il medesimo gusto.

Già al fianco di Legambiente nel 2017 con la campagna “Sammontana, Pulisce la spiaggia vicino a casa tua”, quest'anno l'azienda supporterà l'associazione ambientalista nella prevenzione e nel contrasto del problema dei rifiuti in plastica. Il progetto si svolgerà durante l'estate per nove settimane, coinvolgendo centinaia di volontari in attività di citizen science.

Infine, è stato annunciato il rafforzamento dal 2018 del progetto “Barattolino Scuola Missione Green” che promuove nelle scuole primarie la cura dell’ambiente, incentivando nei bambini atteggiamenti responsabili. Il progetto quest’anno si pone l’obiettivo di contattare 10.000 scuole primarie in tutta Italia, raddoppiando i numeri dello scorso anno.

Presentato oggi anche un aggiornamento relativo alla compensazione delle emissioni di CO2eq realizzata secondo gli standard di certificazione internazionali, in linea con quanto previsto dall’Accordo Volontario con il ministero dell’Ambiente siglato nel luglio 2016. Attraverso l’acquisto ed il ritiro di Carbon Credit verificati, a partire dal 2017 è stata realizzata la compensazione delle emissioni per Barattolino, Fruttiamo e Amando in misura totale pari a 45.044 ton di CO2 equivalente.