Sostenibilità, H&M presenta il Report 2017

Utilizzare solo materiali riciclati o provenienti da fonti sostenibili entro il 2030; adottare un modello economico circolare in cui i materiali vengono sfruttati al massimo e gli sprechi ridotti al minimo; assicurare a tutti condizioni di lavoro eque, rapporti costruttivi tra dipendenti e management, retribuzioni dignitose, sicurezza e benessere negli stabilimenti; investire sull'innovazione. Sono gli impegni del Gruppo H&M raccontati nel Sustainability Report 2017 presentato oggi.

“L’innovazione è la chiave per risolvere molte delle sfide che mettono a dura prova la moda, specialmente quando si tratta di accelerare la transizione da un modello lineare a uno circolare - spiega Cecilia Brännsten, Acting Environmental Sustainability Manager del Gruppo H&M - Per questo abbiamo scelto di scommettere e di collaborare con aziende improntate all’innovazione come re:newcell e Treetotextile”.

Nel 2017 i materiali riciclati o provenienti da fonti sostenibili hanno rappresentato il 35% del totale del Gruppo H&M. L’obiettivo è arrivare a impiegare solo questa categoria di materiali entro il 2030. Il 59% del cotone impiegato dal Gruppo proviene da fonti sostenibili: l’obiettivo è riuscire a impiegare solo questo tipo di cotone entro il 2020.

Nel frattempo il gruppo, oltre ad aver stretto una partnership con l’azienda re:newcell (che ha messo a punto una tecnologia unica per riciclare cotone, viscosa e altre fibre cellulosiche usate e convertirle in nuove fibre tessili) è diventato uno dei due investitori chiave dell’innovativa azienda Treetotextile, che sta sviluppando una nuova fibra tessile sostenibile basata su materie prime provenienti dalle foreste.

E ancora, tra gli altri risultati conseguiti e raccontati nel rapporto di sostenibilità, il Gruppo H&M nel 2017 ha ricavato quasi 18.000 tonnellate di tessuti dall’iniziativa di ritiro degli abiti usati, l’equivalente di 89 milioni di T-shirt. In tutto sono 61.000 le tonnellate di tessuti raccolte dal 2013 a livello mondiale.

Il 96% dell’elettricità del Gruppo è prodotto da fonti rinnovabili. L’obiettivo per il 2040 è diventare un’azienda a impatto positivo sull’ambiente lungo tutta la catena del valore. Nella primavera del 2018 H&M lancerà l’innovativo progetto Take Care, finalizzato a sensibilizzare i clienti sull’importanza di prolungare la vita dei capi d’abbigliamento rinnovandoli e riparandoli.