Pesca sostenibile, l'impegno di Rio Mare

Il 52,4% di pesce proveniente da pesca sostenibile. E' questo il risultato raggiunto da Bolton Food, attraverso il brand Rio Mare, ad un anno dalla firma della partnership internazionale con Wwf Italia e Wwf International. Un impegno che porterà l’Azienda a rifornirsi entro il 2024 esclusivamente di tonno certificato Msc o proveniente da solidi progetti di miglioramento della pesca (Fishery Improvement Projects, o FIPs) e ad incrementare la trasparenza e la tracciabilità lungo la catena di fornitura.

La partnership prevede anche il supporto al progetto di conservazione di Wwf che coinvolge Tetepare Island, conosciuta come “l’ultima isola selvaggia” dell’arcipelago delle Isole Salomone. L’obiettivo è ottenere il riconoscimento legale di Tetepare Island e delle acque circostanti l’isola come “Area protetta” all'interno del “National Protected Areas Act” delle Isole Salomone, grazie anche al coinvolgimento della comunità locale.

La partnership con Wwf, spiega Luciano Pirovano, Sustainable Development Director di Bolton Food, "hai come obiettivo quello di guidare l’azienda verso un approvvigionamento sostenibile e di contribuire al cambiamento positivo di tutta la filiera ittica attraverso solidi progetti di miglioramento della pesca (FIPs). Inoltre, attraverso il supporto al progetto che coinvolge Tetepare Island, vogliamo promuovere la nascita di nuove aree marine protette che possano contribuire alla salvaguardia della biodiversità e alla crescita economica delle popolazioni locali nelle aree da cui Rio Mare si rifornisce, essendo le Isole Salomone uno dei nostri luoghi di approvvigionamento”.

La collaborazione con Wwf, che coinvolge i brand Rio Mare, Palmera e Saupiquet della business unit Bolton Food e tutti i loro approvvigionamenti, prevede diversi ambiti di azione. Il più importante è l’impegno a raggiungere, entro il 2024, il 100% di tonno pescato in filiere di pesca certificate MSC (Marine Stewardship Council) o interessate da solidi progetti di miglioramento della pesca (Fishery Improvement Projects – FIPs).

L’Azienda ha preso lo stesso impegno anche per tutte le altre specie di pesce di cui si approvvigiona (Salmone, Sgombri e Sardine). Inoltre, attraverso la collaborazione con Wwf, Rio Mare si è impegnata a garantire la trasparenza e la tracciabilità lungo tutta la catena di fornitura oltre che a rafforzare la propria Politica sui diritti umani e ad allinearla alle best practice internazionali.

“Gli oceani devono continuare a rappresentare una risorsa imprescindibile di biodiversità e fonte di vita per le generazioni future. L’obiettivo WWF a lungo termine è quello di garantire uno spostamento verso la produzione e il consumo sostenibili nell'intero settore ittico lavorando con le aziende per promuovere politiche di approvvigionamento responsabile e sensibilizzando anche i consumatori sull’importanza di scegliere prodotti ittici in modo consapevole" dichiara Isabella Pratesi, direttore conservazione di Wwf Italia.