Home . Sostenibilita . CSR . Dal riciclo allo smart working, la sostenibilità di Ferrarelle

Dal riciclo allo smart working, la sostenibilità di Ferrarelle

emissioni -5,5%

CSR
Dal riciclo allo smart working, la sostenibilità di Ferrarelle

Valore economico generato nel 2017 pari a 183,5 milioni di euro in crescita (+4,3%) rispetto al 2016; riduzione dei consumi energetici del 4,8% e delle emissioni del 5,5%. Ferrarelle SpA presenta 'Le forme della vitalità', ultima edizione del Bilancio di Sostenibilità del gruppo proprietario delle acque minerali Ferrarelle, Acqua Vitasnella, Fonte Essenziale, Boario, Natía, Santagata, Roccafina, delle acque funzionali Linfe di Vitasnella, del brand di cioccolato d’alta gamma Amedei e distributore esclusivo per la penisola di Evian.

"Due anni fa, con grande orgoglio, Ferrarelle SpA è stata la prima azienda del settore acque minerali a realizzare un documento ufficiale di questo tipo; ed è con altrettanto orgoglio che con Le forme della vitalità certifica oggi il proprio percorso di crescita intrapreso nell’ambito della sostenibilità ambientale e la grande attenzione riversata negli effetti sociali e nelle ricadute economiche delle proprie attività", osserva Michele Pontecorvo Ricciardi, vicepresidente di Ferrarelle SpA e Consigliere delegato alla corporate identity, comunicazione e Csr.

In particolar modo, per Ferrarelle SpA è il riciclo il tema che sempre più ricopre in maniera traversale le tre grandi direttrici, sostenibilità ambientale, sostenibilità sociale e sostenibilità economica. "L’avvio dello stabilimento produttivo di Presenzano è senza dubbio per noi motivo di grande orgoglio perché ci consente di dare nuova vita alle bottiglie provenienti dalla raccolta differenziata e di alimentare da attori protagonisti un processo di economia circolare virtuoso e pionieristico - spiega Carlo Pontecorvo, presidente di Ferrarelle SpA - Nel nostro nuovo stabilimento produrremo le preforme, lo stato embrionale delle bottiglie, con il 50% di pet riciclato, e potremo inoltre utilizzare la scaglia di R-Pet ad uso non alimentare per aprirci a nuove opportunità di business all’insegna dello sviluppo sostenibile".

Sostenibilità economica: valore economico generato da Ferrarelle nel 2017 è pari a 183,5 milioni di euro in crescita (+4,3%) rispetto al 2016; valore economico distribuito agli stakeholder è stato nel 2017 pari a 172,1 milioni di euro, + 3,7% rispetto al 2016, di cui 23,8 milioni di euro ai dipendenti +2,7% rispetto al 2016 e 1.4 milioni alla collettività grazie a donazioni e contributi ad associazioni e attività di sponsorizzazione; 1.342 fornitori per una spesa complessiva di 147 milioni di euro, l’82% della quale ricade su aziende italiane.

Sostenibilità ambientale: riduzione dei consumi idrici del 2,2% rispetto al 2016; riduzione del 4,8% dell’indice di intensità energetica (indice che misura i consumi energetici complessivi per ogni litro di acqua imbottigliato); riduzione del 5,5% rispetto al 2016 e del 11,2% rispetto al 2015 dell’indice di intensità di emissione totale che misura le emissioni di gas serra per ogni ettolitro di acqua minerale prodotta; pallet a km zero con total pallet management; -40% riduzione peso preforme Pet per il formato 0,5 l; -39% riduzione peso capsule per il formato 1,5 l; impianto fotovoltaico stabilimento di Riardo; più del 95% dei materiali scartati dal processo produttivo sono avviati a riciclo; avvio dello stabilimento di produzione di R-pet (pet riciclato) per dare nuova vita alle bottiglie provenienti dalla raccolta differenziata.

Sostenibilità sociale: il 95,5% dei dipendenti è assunto a tempo indeterminato; 9.860 ore di formazione, + 59,6% rispetto al 2016; frequenza e gravità infortuni vicini allo zero; rapporti consolidati tra azienda e Organizzazioni sindacali; Principali Partnership: Fai, Teatro alla Scala, Fondazione Telethon, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Slow Food Italia, Premio Malaparte, Bologna Business School, Foqus; avvio del progetto 'smart working' come strumento di work-life balance.

Ferrarelle SpA ha concluso il 2017 con un totale di 930 milioni di litri venduti, registrando un incremento del 4%, +36 milioni di litri, rispetto al 2016, e con un fatturato pari a 142 milioni di euro con una crescita di 5 milioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.