Home . Sostenibilita . In Pubblico . Mobilità sostenibile, 35 milioni al programma sperimentale

Mobilità sostenibile, 35 milioni al programma sperimentale

Assegnati i fondi per Programma sperimentale mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro

IN PUBBLICO
Mobilità sostenibile, 35 milioni al programma sperimentale

(Fotolia)

“Finalmente sono stati assegnati i fondi per il Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro (atto governo n. 450). La misura, che prevede un finanziamento di 35 milioni, era stata introdotta dal Parlamento all’art. 5 del Collegato Ambientale approvato nel dicembre 2015". Così Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, sul parere reso dalle Commissioni riunite Ambiente e Trasporti all’atto governo n.450.

"Con il parere al Governo licenziato oggi all'unanimità dalle Commissioni riunite Ambiente e Trasporti della Camera, di cui sono stati relatori i colleghi Zardini e Gandolfi, arriva in porto", aggiunge Realacci. Con il programma sperimentale per la mobilità sostenibile accedono al cofinanziamento statale 37 progetti per circa 33,5 milioni di euro, le restanti risorse sono invece destinate alle attività di monitoraggio.

"In totale sono state presentate 114 domande e mi auguro - continua Realacci - venga accolta la richiesta delle Commissioni di trovare ulteriori fondi anche per sostenere i progetti meritevoli che oggi non sono rientrati nel finanziamento".

"Grazie a questo programma - spiega Realacci - saranno incentivate iniziative come: il pedibus, il car-pooling e il car-sharing, il bike-pooling e il bike-sharing, la realizzazione di percorsi protetti per gli spostamenti a piedi o in bicicletta, programmi di riduzione del traffico e dell'inquinamento in prossimità di scuole e luoghi di lavoro, buoni mobilità per i lavoratori che usano mezzi di trasporto sostenibili. Per migliorare l’efficienza, la sicurezza e la sostenibilità della mobilità urbana. E per rendere anche più pulite e vivibili le nostre città”.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI