Riordino ministeri, l'ambiente diventa centrale

Via libera dell'Aula della Camera al cosiddetto dl ministeri con 269 voti favorevoli, 144 no e 25 astenuti. Il provvedimento, dunque, che riordina le attribuzioni dei ministeri, da oggi è legge.

Il decreto contiene anche le norme della Terra dei Fuochi. "Un decreto che riordina il ministero dell'Ambiente, le sue competenze e la sua riorganizzazione. Possiamo dire che con il decreto 'Riordino dei Ministeri' l'ambiente diventa finalmente centrale" ha detto il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa.

"Sarà di esclusiva competenza del ministero dell'Ambiente tutto ciò che riguarda la Terra dei Fuochi, quindi si parla di messa in sicurezza permanente, verifica dello stato dei suoli e dei corpi idrici, ma soprattutto un'unica cabina di regia per essere più tempestivi negli interventi. Torna ad essere competenza del ministero dell'Ambiente il dissesto idrogeologico. E si crea una competenza specifica sull'economia circolare, per dare così una spinta concreta e fattiva all'imprenditoria della green economy, per coniugare sostenibilità ambientale e nuovi posti di lavoro. Stiamo gettando le basi per lavorare al meglio sempre nell'esclusivo interesse dei cittadini e del nostro Paese", ha concluso il ministro.