Home . Sostenibilita . Risorse . Giornata della Terra, celebrity vivono per un giorno con 10 lt d'acqua

Giornata della Terra, celebrity vivono per un giorno con 10 lt d'acqua

RISORSE
Giornata della Terra, celebrity vivono per un giorno con 10 lt d'acqua

Vivere per un giorno con soli 10 litri d’acqua. È questa la sfida che Green Cross lancia attraverso l’hashtag #1dayon10liters alle “star” del web in occasione dell’Earth Day, la Giornata della Terra che si celebra in tutto il mondo il 22 aprile, per sensibilizzare al consumo responsabile e all’importanza dell’acqua, divenuta oggi una delle risorse più preziose dell’intero Pianeta.

A raccogliere la sfida e ad aderire all’hashtag #1dayon10liters sono: Luca Argentero, Nancy Brilli, Loredana Cannata, Francesca Cavallin, Samantha de Grenet, Catena Fiorello, Tessa Gelisio, Giuseppe Maggio, Paola Maugeri, Massimiliano Ossini ed Elisabetta Pellini. Gli artisti, dunque, nella giornata dedicata alla salvaguardia delle risorse naturali del Pianeta si cimenteranno nell’impresa di provare a vivere per 24 ore usando soltanto 10 litri di acqua, un decimo rispetto a quanto siamo abituati a utilizzare.

"Non abbiamo un Pianeta di riserva, per cui dobbiamo essere noi ad agire subito attraverso scelte consapevoli e comportamenti quotidiani virtuosi per garantire che ci sia acqua pulita e un futuro per i nostri figli", così Paola Maugeri spiega lo spirito con cui lei e altri personaggi dello spettacolo hanno voluto collaborare all’iniziativa.

Ad oggi sono tante le aree della Terra in cui la carenza di acqua miete vittime: secondo le statistiche, 750 milioni di persone non hanno accesso ad acqua potabile e circa 1.000 bambini muoiono ogni giorno per malattie legate ad acqua non sicura e all’assenza di servizi igienico-sanitari (dati Unicef). A complicare la situazione ci sono i cambiamenti climatici e l’acutizzarsi di fenomeni come El Niño, che sta provocando siccità e alluvioni non solo in Africa ma anche in America centro-meridionale e in alcune zone dell’Asia.

Ghana, Senegal, Costa d’Avorio, Cina, Argentina, Bolivia, Messico e Sri Lanka sono i Paesi beneficiari dove Green Cross, attraverso “Acqua for Life”, ha costruito e sta realizzando decine di pozzi, sistemi per la raccolta dell’acqua piovana e servizi igienici all’interno di complessi scolastici. Un’iniziativa globale che, dal 2011, ha già favorito l’accesso all’acqua potabile a 108 comunità in 8 Paesi di 3 continenti, erogando 880 milioni di litri di acqua ogni anno. In Senegal saranno circa 3.000 gli studenti interessati dai nuovi interventi, dove attualmente i bambini, per cercare acqua, devono percorrere in media 3 chilometri al giorno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.