Home . Sostenibilita . Risorse . Buste di plastica, il 36% degli italiani le riceve ancora dai negozianti

Buste di plastica, il 36% degli italiani le riceve ancora dai negozianti

RISORSE
Buste di plastica, il 36% degli italiani le riceve ancora dai negozianti

(Fotolia)

Nonostante il divieto, in Italia circolano ancora troppe buste di plastica tanto che alla domanda “ti capita o ti è capitato di ricevere dai negozianti dei sacchetti di plastica per trasportare gli acquisti?”, quasi il 36% degli italiani ha risposto “sempre” e “spesso”; il 38,5% “qualche volta” e solo il 7,7% ha detto “mai”. I dati arrivano da un’indagine realizzata dall’Onf, l’Osservatorio nazionale Federconsumatori, che fa il punto a 4 anni dalla legge che vieta l’utilizzo degli shopper di plastica usa e getta.

In particolare, dall’indagine emerge che gli italiani sono a conoscenza dell’esistenza della legge anche se non la conoscono nel dettaglio e quasi il 70% dichiara di utilizzare “spesso” e “sempre” le buste riutilizzabili per trasportare gli acquisti. “Una buona abitudine ma da dove viene la plastica riciclata per le sporte riutilizzabili?” domanda Simonetta Cervellina, vicepresidente di Federconsumatori che all’Adnkronos spiega che, dato che l’Italia non ricicla tutta questa plastica, si fa riferimento ad altri mercati “e siamo sicuri che si tratta di una plastica che non ha subito trasformazioni chimiche dannose per la salute?”

I supermercati, sottolinea Cervellina, “sono molto attenti a questa tematica. Per questo abbiamo suggerito alla Gdo di ‘ricompensare’ il consumatore che riconsegna la busta riutilizzabile giunta a fine vita, con una nuova”. L’idea al momento “non è stata accolta ma noi siamo testardi e puntiamo a riproporla”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.