Home . Sostenibilita . Risorse . E' on line nuovo numero della newsletter del Gme

E' on line nuovo numero della newsletter del Gme

RISORSE
E' on line nuovo numero della newsletter del Gme

E' on line il nuovo numero della newsletter del Gme. La newsletter si apre con un intervento di Lisa Orlandi del Rie sul braccio di ferro in atto tra Opec e Shale statunitense, gli "indubbi protagonisti dell’attuale fase del mercato petrolifero. Una fase che nei primi quattro mesi del 2017 - sottolinea l’esperta del Rie - ha visto i prezzi oscillare prevalentemente all’interno del range 50-55 dollari/bbl, rivelando un’insolita e non fisiologica stabilità; ma anche una fase in cui è chiaramente emerso come il percorso verso il riequilibrio sia – a dispetto delle attese iniziali – lento, faticoso e soprattutto incerto".

Il mood positivo, infatti, si è affievolito "a partire da marzo, quando si assiste ad un ritorno verso i 50 dollari/bbl, con qualche puntata giornaliera anche al di sotto di tale soglia psicologica, come sta altresì accadendo nei primi giorni di maggio".

Secondo l’analista del Rie, "mentre i riflettori sembravano puntati sul livello di compliance dei paesi aderenti all’Accordo, la produzione statunitense di shale oil ha potuto beneficiare di quotazioni quasi sempre superiori ai 50 doll/bbl e lo ha fatto mettendo a segno aumenti rapidi e superiori alle attese" con un "trend di crescita che sembra peraltro destinato a proseguire, come dimostrano gli annunci di ripresa degli investimenti e l’aumento degli impianti di perforazione attivi".

Per questo ora, i riflettori sono puntati "sull’eventuale prosecuzione dell’Accordo nella seconda metà dell’anno, decisione che – ammette Orlandi – verrà presa in occasione del meeting di Vienna del prossimo 25 maggio", e in assenza della quale "si potrebbe assistere ad un significativo ripiegamento dei prezzi, anche in considerazione dell’atteso avvio di alcune nuove produzioni (in Brasile, Canada e Kazakhstan ad esempio), frutto degli investimenti realizzati negli anni antecedenti il crollo delle quotazioni".

All’interno del nuovo numero sono pubblicati, inoltre, i consueti commenti tecnici, relativi i mercati e le borse elettriche ed ambientali nazionali ed europee, la sezione dedicata all’analisi degli andamenti del mercato del gas italiano e la sezione di analisi sugli andamenti in Europa, che approfondisce le tendenze sui principali mercati europei delle commodities. La nuova pubblicazione Gme riporta, inoltre, come ormai è consuetudine, i dati di sintesi del mercato elettrico per il mese di aprile 2017.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI