Home . Sostenibilita . Risorse . G7, Bologna ospita mostra fotografica 'Grow Conserve' /Foto

G7, Bologna ospita mostra fotografica 'Grow Conserve'

Con immagini vincitrici del Syngenta Photography Award

RISORSE

In occasione del G7 Ambiente, a Bologna, il capoluogo emiliano ospita la mostra fotografica itinerante 'Grow/Conserve', che vede protagoniste le immagini vincitrici dell’ultima edizione del Syngenta Photography Award, il contest ideato nel 2012 da Syngenta, con l’obiettivo di favorire il confronto su tematiche globali importanti e creare una piattaforma che esplori questioni di rilevanza mondiale attraverso la potenza delle immagini. (Fotogallery - Video)

Una preview esclusiva dei migliori scatti di 'Grow/Conserve', dedicata a ospiti istituzionali nazionali e internazionali, è stata presentata, venerdì scorso dal ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, allo Spazio Meridiana, un autentico tesoro nascosto al piano nobile di Palazzo Sassoli de' Bianchi (già Vassè Pietramellara) attiguo a Galleria Cavour.

Il Syngenta Photography Award intende portare nuovamente nel nostro Paese le immagini di maggiore impatto della terza edizione del contest, dedicata al dualismo 'Grow/Conserve', ossia la contrapposizione fra crescita e conservazione delle risorse, tema esplorato in modo unico e personale attraverso gli scatti dei partecipanti.

Le fotografie vincitrici della terza edizione del Syngenta Photography Award 2017, annunciate lo scorso 8 marzo presso la Somerset House di Londra, saranno in mostra all’interno del Savoia Hotel Regency che ospiterà i lavori del G7 Ambiente, con lo scopo di esortare le istituzioni alla riflessione, attraverso la forza delle immagini esposte, sulle tematiche relative alle più grandi sfide del pianeta. Successivamente, la mostra sarà esposta al pubblico gratuitamente dal 22 giugno presso Casa Saraceni, gli spazi sono stati concessi dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna.

L’esposizione intende, in questo modo, portare avanti idealmente i temi ispiratori del G7 e contribuire a mantenere viva la sensibilità dei visitatori rispetto a queste tematiche così rilevanti per il futuro della popolazione mondiale, testimoniando l'impegno e la necessità di una crescita sostenibile del pianeta.

Tutte le fotografie esposte, infatti, descrivono alla perfezione la grande sfida di far coesistere crescita e conservazione delle risorse secondo differenti punti di vista e ambiti: vivibilità delle città, salute e benessere, sviluppo sostenibile, conflitti e cambiamenti climatici, sicurezza alimentare, cultura e comunità, ripensamento dell’uso delle risorse.

Il tema della contrapposizione grow/conserve rappresenta infatti un altro passaggio critico inevitabile nel percorso verso un futuro sostenibile: la concorrenza per l’uso del territorio tra aree urbane in costante crescita e il mantenimento delle attività agricole. Lo squilibrio tra crescere e preservare è un argomento particolarmente delicato nel nostro Paese, dove il consumo del suolo legato all’urbanizzazione e alla realizzazione di nuove infrastrutture è di circa il 7% annuo e sottrae superfici all’agricoltura e alle aree naturali al ritmo di circa 35 ettari al giorno (fonte ISPRA 2015).  

La vincitrice della categoria 'Professional Commission' che si e' aggiudicata il primo premio per l’edizione Grow/Conserve e' l’artista e fotografa sino-britannica Yan Wang Preston. Yan è stata scelta da una giuria internazionale presieduta dallo scrittore e fotografo William A. Ewing.

In risposta al tema di quest’anno 'Crescere/Conservare', il suo progetto a lungo termine denominato 'Forest' approfondisce il rapporto tra urbanizzazione e natura, in particolare in relazione alle foreste urbane della Cina. Preston si è aggiudicata un premio in contanti pari a 15.000 dollari e fino a 25.000 dollari per realizzare il proprio progetto. Il vincitore dell’Open Competitition è invece il fotografo irlandese di Dublino Kenneth O’Halloran. 

Syngenta è una delle principali aziende dell'agro-industria mondiale. Il gruppo impiega più di 28.000 persone in oltre 90 paesi che operano con un unico proposito: "Bringing plant potential to life" (Sviluppare il potenziale delle piante al servizio della vita).

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI