Home . Sostenibilita . Risorse . Tartarughe ed ecosistemi marini, ecco perché salvarle

Tartarughe ed ecosistemi marini, ecco perché salvarle

RISORSE
Tartarughe ed ecosistemi marini, ecco perché salvarle

Le tartarughe marine svolgono un ruolo chiave negli ecosistemi marini, tra l'altro mantenendo la salute delle praterie di posidonia e delle barriere coralline. Ed è anche questo il motivo per cui tutelare la specie conviene a tutti. Tema su cui accende i riflettori il Turtle Day, la Giornata Mondiale delle Tartarughe.

Le sette specie di tartarughe che popolano gli oceani nel mondo (Caretta caretta, tartaruga liuto, tartaruga verde) e che popolano anche il Mediterraneo (tartaruga embricata, tartaruga olivacea, tartaruga di Kemp, tartaruga a dorso piatto) sono già tutte colpite in vario modo da fattori di rischio sempre legati alle attività umane: catture per utilizzo di loro parti destinate alla medicina tradizionale, furti di uova, occupazione e degrado dei siti di riproduzione, inquinamento da plastiche (scambiate per prede) e non ultimo, i cambiamenti climatici che influiscono sui processi riproduttivi e sugli habitat.

La pesca accidentale aggiunge una pressione insostenibile per un animale che ha un ritmo di crescita lentissimo e che raggiunge la maturità riproduttiva dopo decenni.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI