Home . Sostenibilita . Risorse . Galletti: "Emergenza siccità sta diventando normalità"

Galletti: "Emergenza siccità sta diventando normalità"

RISORSE
Galletti: Emergenza siccità sta diventando normalità

(Fotogramma)

"E' una situazione di emergenza, il Cdm l'ha deliberata per Parma e Piacenza con uno stanziamento di 8,5 milioni per le misure immediate". Ad affermarlo in una nota è il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, al termine della riunione straordinaria dell’Osservatorio permanente del Distretto Padano per un punto della situazione sul problema siccità in Italia e sulle relative iniziative in campo sul fronte dell’emergenza e della programmazione.

"E' l'inizio -aggiunge-, agli agricoltori abbiamo avuto dato un rilascio di 4 milioni di metri cubi a favore del fiume Trebbia e lunedì faremo un'ulteriore deroga per l'irriguo. Quei metri cubi vanno a fini irrigui. L'emergenza continua, gli osservatori stanno funzionando molto bene, diamo risposte immediate perché da mesi monitoriamo con attenzione. Oggi abbiamo elevato ancora il livello di attenzione, abbiamo una Cabina di Regia al ministero che funziona 24 ore su 24".

Le misure strutturali, conclude il ministro, "ora sono necessarie. La situazione di emergenza rischia di essere la normalità. Bisogna aumentare gli invasi, piovono 300 miliardi di metri cubi d'acqua e noi ne intercettiamo solo l'11% , dobbiamo fare l'infrastrutturazione".

"Dobbiamo intervenire sulla dispersione idrica, in particolare per Roma, per il Lago di Bracciano su cui si riunirà ancora l'Osservatorio lunedì, dobbiamo intervenire sui prelievi illegali lì molto diffusi e poi abbiamo deciso una cosa oggi: non dirò non lavatevi ma un conto è utilizzare acqua in conto è sprecata", aggiunge,

"Chiedo ai cittadini di utilizzare l'acqua con la massima prudenza senza sprecarne una goccia. Ma penso anche alle fontane dei comuni, penso anche ai 2500 nasoni di Roma, sarebbe un bel segnale interromperli per qualche giorno", conclude il ministro.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI