Home . Sostenibilita . Tendenze . Nè tonno rosso nè sogliola, in ristoranti Bruxelles 1 pesce su 3 è 'falso'

Nè tonno rosso nè sogliola, in ristoranti Bruxelles 1 pesce su 3 è 'falso'

TENDENZE
Nè tonno rosso nè sogliola, in ristoranti Bruxelles 1 pesce su 3 è 'falso'

(Foto Infophoto)

Non tutto il pesce che arriva in tavola al ristorante è quello richiesto e pagato. Anzi, addirittura uno su tre, dal tonno rosso alla sogliola al merluzzo, sono sostituiti da specie ittiche fino al 40% più economiche. E' ciò che avviene nei ristoranti di Bruxelles e anche nelle mense delle sedi istituzionali dell'Ue. Il j'accuse arriva da Oceana, l'associazione per la protezione degli Oceani e della pesca su scala globale, che ha promosso un'analisi del Dna, realizzata dall'Università Cattolica di Lovanio, su oltre 280 esemplari raccolti in oltre 150 locali, tra cui ristoranti e sedi istituzionali dell’Ue. La ricerca mostra come "presso i ristoranti di Bruxelles, il 30% del pesce ordinato dai clienti non corrisponde a quello servito" informa Oceana.

"L'analisi del Dna ha mostrato diffuse frodi nei prodotti della pesca nei ristoranti di Bruxelles e anche nelle sedi ufficiali dell'Ue. I consumatori sono ingannati e la porta è spalancata al riciclaggio di prodotti della pesca illegali" afferma Lasse Gustavsson, direttore esecutivo di Oceana per l'Europa. "L'Ue deve ripulire il commercio nel settore ittico, assumersi la responsabilità e migliorare con urgenza la tracciabilità e l’etichettatura dei prodotti della pesca" sollecita.

I risultati principali dello studio realizzato da Oceana rivelano che la causa principale di questa frode ittica ai danni del consumatore è di tipo economico. "Le specie più care, come merluzzo o sogliola, vendute a 30-40 euro al piatto, possono essere sostituite con il più economico pangasio, proveniente da allevamenti ittici" avverte.

Le tre specie principali soggette a frode sono nel 95% dei casi il tonno rosso, più caro, è stato sostituito con tonno obeso o tonno pinna gialla, due specie economiche di tonno tropicale. Nell'11% dei casi invece è la sogliola comune ad essere sostituita con altre specie di pesci piatti più economiche, mentre nel 13% dei casi il merluzzo è stato sostituito con 7 tipi diversi di specie, nella maggior parte dei casi pangasio o merluzzo carbonaro. Inoltre, Oceana ha scoperto e rilevato che "i responsabili dell'Ue che pranzano presso le mense delle istituzioni europee come Parlamento Europeo e Commissione Europea, hanno il 38% di probabilità di trovare un pesce diverso nel loro piatto rispetto a quello ordinato".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI