Home . Sostenibilita . Tendenze . Turismo, con l'home-sharing la sostenibilità è 'di casa'

Turismo, con l'home-sharing la sostenibilità è 'di casa'

TENDENZE
Turismo, con l'home-sharing la sostenibilità è 'di casa'

Capanna sull’Albero nel ponente ligure

Il 98% degli host italiani di Airbnb attua pratiche ecocompatibili nei propri spazi mentre in Europa la percentuale si attesta al 94%. A tracciare il quadro è il nuovo report sulla sostenibilità di Airbnb che presenta in occasione della giornata mondiale della Terra che si celebra il 22 aprile. Secondo il report, nel mondo, il 72% dei viaggiatori Airbnb afferma di scegliere la piattaforma perché è una soluzione più sostenibile rispetto all’ospitalità tradizionale.

Sono, dunque, quasi 3 su 4 viaggiatori Airbnb che preferiscono la piattaforma perché rappresenta una scelta più green e che, soltanto nel 2016 in Europa, hanno contribuito a un risparmio di energia equivalente a 566 mila case e di acqua pari al quantitativo di 9 mila piscine olimpioniche.

Secondo i dati dello studio “Fattore sharing: l’impatto economico di Airbnb In Italia”, gli ospiti di Airbnb in Italia hanno determinato un potenziale impatto sull’ambiente uguale al risparmio energetico di 51,1mila case, risparmiando acqua per il corrispettivo di 800 piscine olimpioniche e riducendo i rifiuti di 7.300 tonnellate.

Tuttavia, anche gli host di Airbnb, a loro volta, contribuiscono a salvaguardare l’ambiente. In Europa, il 94% attua pratiche ecocompatibili e il 62% segue la raccolta differenziata. Se si prende in considerazione esclusivamente l’Italia, le percentuali salgono rispettivamente al 98% e all’85%.

Tra le soluzioni eco-friendly e sostenibili più originali presenti sulla piattaforma ci sono sicuramente la Glass House nel cuore del Monferrato, la Capanna sull’Albero nel ponente ligure e la Casa di Amelia, immersa nel verde della campagna toscana. Questi alloggi non solo incoraggiano gli ospiti a vivere a stretto contatto con la natura, ma offrono delle vere e proprie soluzioni di risparmio energetico e idrico.

La Glass House, per esempio, è dotata di pannelli solari e di luci a led a bassissimo consumo, alimentate con energia elettrica prodotta da fonti 100% rinnovabili e certificate, mentre la Casa di Amelia è riscaldata con una stufa a legna “brucia tutto”, utilizzata anche per riscaldare l’acqua corrente e cucinare.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI